MMO.it

ban

Blizzard e Hong Kong: continua sempre peggio la shitstorm

Blizzard e Hong Kong: continua sempre peggio la shitstorm

Ha fatto molto discutere, anche nel nostro ultimo Salotto degli MMO, la notizia di qualche giorno fa del ban del pro player di Hearthstone Blitzchung da parte di Blizzard Entertainment, perché aveva supportato le proteste di Hong Kong. Immediatamente dopo aver bannato il pro player, e contestualmente alle moltissime polemiche che sono giunte a seguito della decisione, Blizzard ha iniziato a compiere un passo falso dopo l’altro, suscitando sempre più l’indignazione dei giocatori. Prima di tutto, è stata colta da molti la volontà di boicottare Blizzard cancellando il proprio account. Non è ben chiaro a questo punto se Blizzard abbia messo a queste persone i bastoni tra le ruote, impedendo o rendendo difficoltosa la cancellazione…

Blizzard banna un pro player di Hearthstone, Blitzchung, per aver supportato Hong Kong

Blizzard banna un pro player di Hearthstone, Blitzchung, per aver supportato Hong Kong

Una shitstorm molto pesante si sta abbattendo su Blizzard, colpevole di aver bannato il pro player Blitzchung, proveniente da Hong Kong. La software house ha anche ritirato tutti i premi in denaro che Blitzchung aveva vinto durante il 2019 Hearthstone Grandmasters, la competizione più alta del gioco di carte. L’accusa è quella di aver violato la sezione 6.1 o.) delle regole, che esplicitamente dice: Compiere qualsiasi atto che, a sola discrezione di Blizzard, ti rende pubblicamente riprovevole, offende una porzione o un gruppo del pubblico o comunque danneggia l’immagine di Blizzard causerà una rimozione dal torneo del Grandmasters e una riduzione delle vincite a 0$. È bene concentrarsi un attimo sull’assurdità giuridica di una simile formulazione, che…

EVE Online: CCP Games banna un politico americano per violazione di NDA

EVE Online: CCP Games banna un politico americano per violazione di NDA

Dietro lo pseudonimo Brisc Rubal su EVE Online si celava tale Brian Schoeneman, un politico americano (repubblicano) che aveva in tale ambito fatto fortuna pure nel gioco. Egli infatti era diventato membro del CSM, il Council of Stellar Management, e si era occupato quindi della “cosa pubblica” anche su EVE. Tuttavia la sua ascesa politica è stata frenata, almeno sul titolo CCP, da un ban definitivo. L’accusa? Aver utilizzato le informazioni riservate che aveva potuto carpire grazie al suo ruolo all’interno del CSM per avvantaggiare sé e i suoi compagni di gilda (o corporazione, come si usa su EVE). Pare infatti che egli avesse avuto accesso a numerose indiscrezioni sui prossimi cambiamenti nel gioco: indiscrezioni, queste, coperte da NDA. Questi cambiamenti avrebbero modificato i valori di…

Black Desert Online: Bannati oltre 700 cheater, awakening della Lahn

Black Desert Online: Bannati oltre 700 cheater, awakening della Lahn

Non più tardi di ieri avevamo parlato dell’ondata di cheater che ha recentemente colpito Black Desert Online, suscitando la rivolta della community a seguito di un atteggiamento di Kakao Games che sembrava troppo poco severo. La risposta è giunta oggi, coi fatti e non con le parole, come si suole dire: sono stati infatti bannati più di 700 cheater, trovati a utilizzare vari exploit, non per ultimo il noto speedhack che avevamo citato. Intanto, il gioco continua ad aggiornarsi. La Lahn ha ricevuto la sua arma awakened con la patch di oggi: i Crimson Glaives, delle sorte di lame rossastre impugnate, com’è consuetudine dello stile orientale, in modo “caratteristico”. Potete vedere il trailer subito di seguito.…

Destiny 2: Nuovo video, Bungie toglie il ban ai giocatori PC bannati per errore

Destiny 2: Nuovo video, Bungie toglie il ban ai giocatori PC bannati per errore

Come vi abbiamo già riportato ieri, subito dopo il lancio la versione PC di Destiny 2 è stata colpita da un’ondata di ban. In risposta alle lamentele il supporto tecnico di Bungie ha dichiarato che sono stati bannati solo 400 giocatori, e non per uso di applicazioni di terze parti non compatibili. I ban, ha assicurato il team, vengono decisi manualmente da un membro solo dopo un’accurata indagine. Il project lead di Bungie David Shaw aveva addirittura etichettato le voci che dei giocatori fossero stati bannati ingiustamente come “stronzate da internet” su twitter. Tuttavia, oggi la software house ha fatto marcia indietro, fornendo una nota di chiarimento in cui specifica che effettivamente un gruppo di giocatori è stato bannato per…

DESTINY 2: ONDATA DI BAN SU PC, BUNGIE SMENTISCE I RUMOR

DESTINY 2: ONDATA DI BAN SU PC, BUNGIE SMENTISCE I RUMOR

La versione PC di Destiny 2 è disponibile da un giorno tramite la piattaforma Battle.net, tuttavia sembra che non tutto sia andato come previsto. Gli utenti PC infatti hanno denunciato una serie di ban di massa apparentemente inspiegabili. Secondo diverse segnalazioni questo sarebbe dovuto all’uso di programmi di terze parti come Discord, OBS, XSplit, FRAPS, Fault, MSI Afterburn ed EVGA Precision. Il supporto tecnico di Bungie ha però smentito la voce, dichiarando che le applicazioni non compatibili possono sì impedire il corretto funzionamento del gioco ma non causare un ban, che viene deciso manualmente da un membro del team solo dopo un’accurata indagine. Bungie ha fornito una risposta ufficiale per evitare il diffondersi di voci…

THE DIVISION: 30.000 ACCOUNT SOSPESI

THE DIVISION: 30.000 ACCOUNT SOSPESI

Ubisoft ha deciso di stringere la sua stretta contro i cheater di The Division prendendo provvedimenti verso 30.000 account. Con ben 3.800 permaban e molte sospensioni a tempo determinato, l’azienda ha quindi applicato le contromisure che da tempo aveva presentato ai fan del gioco, promettendo di risolvere il più velocemente possibile i troppi disagi legati all’utilizzo di exploit da parte degli utenti meno leali. Come viene esplicato sul sito ufficiale di The Division, questo risultato è stato reso possibile dai miglioramenti apportati al sistema di anti-cheating, grazie al quale il team addetto ai controlli è ora in grado di identificare in maniera più semplice ed efficace chi decide di non seguire le regole. Al momento non…

7 MILIONI DI GIOCATORI E 1500 BAN PER OVERWATCH

7 MILIONI DI GIOCATORI E 1500 BAN PER OVERWATCH

L’ottimo Overwatch continua a scalare le vette dei record con i suoi sette milioni di utenti registrati e Blizzard è già passata alle maniere forti per mantenere lo status quo, bannando ben 1500 account. Come la stessa società ha riportato, la maggior parte di questi sarebbero tutti cheater provenienti dalla Cina e il loro ban permanente dovrebbe rappresentare per gli utenti più leali una vera dimostrazione di quanto il team sia attento ai controlli nel gioco online. Secondo delle dichiarazioni, tra questi vi sarebbe anche chi è stato già escluso dal gioco ben quattro volte, cosa che dimostrerebbe un’efficacia dei controlli davvero insuperabile e anche se molti altri arriveranno Blizzard non mancherà di effettuare nuove ondate di…

THE ELDER SCROLLS ONLINE: PERMABAN PER I CHEATER

THE ELDER SCROLLS ONLINE: PERMABAN PER I CHEATER

ZeniMax ha da poco deciso di migliorare il sistema anti-cheater incluso in The Elder Scrolls Online, sempre più affetto da giocatori poco inclini a osservare le regole. Come viene sottolineato nel post ufficiale degli sviluppatori del gioco massivo, in sole 24 ore 43 nuovi giocatori sono stati colti in flagrante durante l’utilizzo di software di terze parti, pratica totalmente vietata dalla società, cosa che ha comportato per loro un durissimo ban permanente. Questo inasprimento delle pene, e il collegato aumento dei controlli, è stato preso per venire incontro alle tante richieste dei fan del gioco che andavano lamentandosi di come le loro segnalazioni venissero troppo spesso ignorate. Ora gli sviluppatori hanno annunciato che i loro controlli…