MMO.it

activision blizzard

Trump proibisce le transazioni a WeChat e Tencent, conseguenze potenzialmente clamorose per i videogiochi

Trump proibisce le transazioni a WeChat e Tencent, conseguenze potenzialmente clamorose per i videogiochi

Donald Trump ha firmato oggi un executive order con il quale ha intenzione di bloccare le transazioni economiche provenienti dal suolo americano e dirette a WeChat, nonché a Tencent, la compagnia che gestisce e sviluppa la piattaforma. Al di là delle ramificazioni geopolitiche di un simile atto, quello che a noi interessa qui su MMO.it sono le ramificazioni potenzialmente clamorose sull’industria dei videogiochi di un tale atto. Tencent, come sapete, ha infatti le mani in pasta un po’ ovunque nel mondo dei videogiochi. Molte delle ramificazioni di Tencent vengono immediatamente alla mente, ma un certosino lavoro da parte di un utente Reddit mostra per filo e per segno tutto ciò che fa capo a Tencent nell’industria dei videogiochi. Tencent possiede:…

Follia Blizzard: invece di aumentare i salari, i dipendenti vengono pagati in Honor Point

Follia Blizzard: invece di aumentare i salari, i dipendenti vengono pagati in Honor Point

Ieri vi avevamo portato la notizia di un foglio Excel che sta girando presso i dipendenti Blizzard in California, dal quale sono emerse disparità salariali importanti tra gli stessi. Oggi, un thread su Reddit, a cui è stata poi data ulteriore credibilità da parte di Wowhead, ha mostrato come i dipendenti più meritevoli ottengano fantomatici “Honor Points” che gli permettono di ricevere tempo di gioco e soldi su Battle.net, invece di aumenti salariali reali. L’incredulità della community ha seguito quella degli ex dipendenti, che su Twitter hanno iniziato a portare una serie di esperienze per confermare il trattamento quantomai discutibile che essi hanno avuto presso Blizzard. In un caso, un vecchio membro dello staff aveva…

I dipendenti Blizzard condividono i salari nel tentativo di rimuovere le disparità di trattamento

I dipendenti Blizzard condividono i salari nel tentativo di rimuovere le disparità di trattamento

Da venerdì è iniziato a circolare presso i dipendenti Blizzard Entertainment (che, come sapete, è parte della più grande società Activision Blizzard) un documento excel nel quale ognuno di essi ha condiviso i dati del proprio salario. Figurano in esso informazioni come l’ammontare percepito ed anche l’aumento di paga a seguito di bonus e promozioni. Il tutto è ovviamente anonimo, ma permette ai vari dipendenti di comparare i propri salari ed accorgersi di eventuali trattamenti sfavorevoli a loro danno. L’indiscrezione è provenuta da un dipendente che ha contattato Jason Schreier di Bloomberg. La famosa testata ha poi controllato il documento per preservare l’anonimità del soggetto, e l’ha ritenuto autorevole e veritiero. Tra le informazioni, la più interessante è…

Blizzard: l’impegno di J. Allen Brack nella lotta al razzismo

Blizzard: l’impegno di J. Allen Brack nella lotta al razzismo

J. Allen Brack, presidente di Blizzard Entertainment, ha rilasciato in data 19 giugno un comunicato autografo contestualizzato alla situazione di tumulto sociale che sta piagando gli Stati Uniti, conseguentemente all’uccisione di George Floyd a Minneapolis, in Minnesota, provocata dall’agente di polizia Derek Chauvin. Il comunicato, nello specifico, tratta del tema del razzismo nei confronti degli individui di carnagione non chiara e di come, dalla BlizzCon dello scorso anno, Brack abbia fatto propria la missione di cambiare Blizzard in meglio, anche sotto questo frangente. Procede, poi, a giustificare una mancanza di precedenti comunicazioni ufficiali a tal riguardo spiegando che “la parte importante è agire”. Discutibili alcune scelte di parole, come ne “il razzismo è una pandemia…

Overwatch: evento Anniversario 2020 e tre skin gratuite

Overwatch: evento Anniversario 2020 e tre skin gratuite

Come è ormai consuetudine anche quest’anno Overwatch, l’hero shooter di casa Blizzard, festeggia il proprio anniversario con un evento dedicato. Dal 20 maggio al 9 giugno nel gioco si alterneranno varie modalità ogni giorno, e in più i giocatori potranno sbloccare alcune skin in maniera totalmente gratuita. Di seguito vi riportiamo il calendario degli eventi: 20 e 28 maggio, 5 giugno: Vendetta di Junkenstein 21 e 29 maggio, 6 giugno: modalità Magico Inverno (Palle di Neve e Caccia allo Yeti) 22 e 30 maggio, 7 giugno: Cattura la bandiera 23 e 31 maggio, 8 giugno: Rivolta 24 maggio, 1 e 9 giugno: Ritorsione 25 maggio e 2 giugno: Tempesta Imminente 26 maggio e 3 giugno:…

Blizzard: settimana gratuita per Overwatch e sconti del Black Friday

Blizzard: settimana gratuita per Overwatch e sconti del Black Friday

In concomitanza del Black Friday 2019, Blizzard mette a disposizione una settimana di prova per Overwatch, il suo hero shooter a squadre, valida fino al 4 dicembre. Per tutti gli utenti interessati che non hanno ancora provato il titolo, Overwatch può quindi essere giocato gratuitamente. Come al solito non vi sono limitazioni ai personaggi utilizzabili o alle mappe, e tutti i progressi accumulati verranno mantenuti. Qualora la prova vi soddisfi il titolo è in sconto, insieme a molti altri titoli Blizzard. Ecco i principali saldi disponibili su Battle.net: Overwatch: Standard Edition a 14,99€ (sconto del 25%), Legendary Edition a 19,99€ (sconto del 50%) World of Warcraft: Battle for Azeroth: Standard Edition a 22,49€ (sconto del…

I ricavi di Activision Blizzard scendono per il terzo trimestre dell’anno di seguito

I ricavi di Activision Blizzard scendono per il terzo trimestre dell’anno di seguito

Activision Blizzard continua, economicamente parlando, la sua fase di declino. A partire da maggio, infatti, i ricavi della compagnia sono diminuiti drasticamente, proseguendo nella parabola discendente fino ad oggi. Gli ultimi dati sul terzo quarto del 2019, cioè i mesi di luglio, agosto e settembre, mostrano Activision Blizzard perdere il 16% rispetto allo stesso periodo del 2018. È importante notare che questi dati non tengono conto, per una questione temporale, degli effetti di WoW Classic e della polemica del Blizzardgate. Ma non tutto è negativo: il lancio di WoW Classic ha causato il maggior incremento di abbonati nella storia di World of Warcraft. Al contempo, Call of Duty è stato ben recepito. Questa combinazione di fattori ha portato…

Blizzard rimane anzitutto uno sviluppatore PC, nonostante Diablo Immortal

Blizzard rimane anzitutto uno sviluppatore PC, nonostante Diablo Immortal

Sicuramente ricorderete l’annuncio di Diablo Immortal alla BlizzCon dell’anno scorso, e di tutte le infinite polemiche e discussioni che ha generato tra fan storici e non. Adesso in un’intervista con GameSpot il presidente di Blizzard Entertainment J. Allen Brack è tornato sull’argomento per rassicurare la community. Brack ha dichiarato che i port su altre piattaforme continueranno, ma Blizzard rimane in primis uno sviluppatore PC. “Penso che la cosa su cui abbiamo sbagliato quando abbiamo annunciato Diablo Immortal è stata contestualizzare ciò che pensiamo possa essere il futuro e ciò che pensiamo del mobile gaming in particolare. E penso anche che la cosa importante che è stata persa, su cui abbiamo fatto un cattivo lavoro, è…

Disney vuole acquisire Activision Blizzard

Disney vuole acquisire Activision Blizzard

Ultimamente, le azioni – e gli azionisti – di Activision Blizzard non sono certo in una posizione invidiabile. Il valore di un’azione è passato dai 74$ di ottobre ai 49$ di oggi. Questo declino ha dato origine a più di qualche speculazione: Activision Blizzard potrebbe essere acquistata da una terza compagnia. E questa compagnia, almeno secondo Bloomberg, potrebbe essere Disney. Effettivamente, alcuni investitori professionisti come la società Gerber Kawasaki, basata a Santa Monica, hanno individuato numerosi vantaggi in un’acquisizione da parte di Disney: da una parte ci sarebbe il business degli esport (per quanto misero…) di Activision, dall’altra le reti televisive Disney. Non solo: Disney potrebbe anche sfruttare le sue proprietà intellettuali, i suoi personaggi, i suoi…

Frank Pearce, uno dei fondatori di Blizzard, si ritira dopo 28 anni

Frank Pearce, uno dei fondatori di Blizzard, si ritira dopo 28 anni

Frank Pearce, uno dei fondatori originali di Blizzard Entertainment, ha annunciato oggi che lascerà la software house per “passare la torcia alla prossima generazione“, dopo 28 anni di onorata carriera. Pearce è stato un programmatore dei titoli più remoti dello studio: lavorò a The Lost Vikings, Blackthorne, ed a Diablo e Starcraft, facendo carriera e diventando chief developement officer. Oggi era uno dei consulenti più anziani ed esperti e la sua uscita rappresenta un momento spartiacque per il futuro di Blizzard. Nella sua lettera di dimissioni, Pearce commenta così il suo tempo alla casa di sviluppo: Gli sforzi che abbiamo compiuto sono sempre stati guidati da un intento positivo. Volevamo sviluppare giochi ai quali noi stessi…