MMO.it

Speciali

CHRONICLES OF ELYRIA – DIARIO DI SVILUPPO TRADOTTO

CHRONICLES OF ELYRIA – DIARIO DI SVILUPPO TRADOTTO

Ieri su MMORPG.com è uscita una lettera scritta da Jeromy Walsh, CEO di Soulbound Studios, la software house indie al lavoro su Chronicles of Elyria, MMO sandbox fantasy in cerca di fondi su Kickstarter su cui abbiamo già pubblicato un’anteprima. In questa lettera Walsh spiega quanto sia difficile oggi sviluppare un MMORPG, perchè ha deciso di rivolgersi alla nota piattaforma di crowdfunding e quanto sia importante essere trasparenti verso i propri utenti. Di seguito potete leggere l’articolo tradotto da MMO.it. I Soulbound Studios ci parlano di crowdfunding, funding fatigue e trasparenza Nei primi giorni dell’industria i videogiochi erano bidimensionali, avevano due colori ed erano controllati da una singola periferica di input. Sebbene ultimamente ci sia stato un ritorno al…

COME MAI È STATO CAMBIATO IL VOTO A THE DIVISION

COME MAI È STATO CAMBIATO IL VOTO A THE DIVISION

Quando recensii The Division ad inizio marzo, il gioco sembrava promettere piuttosto bene: era una formula già vista ma mai così ampiamente su computer; era un prodotto dotato di un’ottima grafica e sicuramente divertente, ma soffriva di una marea di problemi tecnici che, mi auguravo, sarebbero stati risolti nel giro di poco tempo. C’era poi un po’ poco contenuto, soprattutto endgame, ma l’idea degli sviluppatori sembrava ben piantata a terra: una serie di aggiornamenti, il primo dei quali uscito il 12 aprile sotto forma di raid, facevano ben sperare. Tuttavia, non è stato tutto oro ciò che ha luccicato. A fronte di una riproduzione bella e realistica di Manhattan, The Division ha tenuto con sé…

BRAD MCQUAID PARLA DI PANTHEON: RISE OF THE FALLEN – SPECIALE

BRAD MCQUAID PARLA DI PANTHEON: RISE OF THE FALLEN – SPECIALE

Durante il PAX East il celebre Brad McQuaid, creatore di EverQuest e Vanguard: Saga of Heroes, è tornato ancora una volta a parlare del suo nuovo MMORPG in sviluppo, Pantheon: Rise of the Fallen. McQuaid, in occasione di una chiaccherata a quattrocchi con un inviato di Massively Overpowered, ha dichiarato che la causa principale del fallimento del gioco su Kickstarter sarebbe stata la sua eccessiva ambizione. La versione base di Pantheon era dotata di tester interni, cinque classi giocabili, dieci livelli e abbastanza spazio per funzionare senza troppi problemi, ma la cosa più importante era che fosse divertente da giocare. Questo presupposto ha spronato McQuaid e la sua software house Visionary Realms a non demordere e procedere verso i…

EVE ONLINE – ANNUNCI DAL FANFEST 2016

EVE ONLINE – ANNUNCI DAL FANFEST 2016

Dal nostro inviato a Reykjavìk al Fanfest 2016 di EVE Online Da dodici anni a questa parte, il Fanfest della Space Opera di CCP Games è l’appuntamento più importante per rivivere l’anno appena trascorso, presentare le novità più succose e incontrare appassionati di questo universo provenienti dai quattro angoli del pianeta. In quest’edizione, come nella precedente, i maggiori annunci sono stati resi pubblici il primo giorno, per poter essere poi discussi nei successivi. Questa formula ha incontrato il gradimento dei giocatori, che precedentemente apprendevano delle novità ma non avevano modo di darne subito feedback ai designer. Passando al riassunto di questi annunci, li sintetizziamo in due categorie: EVE Online vero e proprio, e gli altri giochi…

THE DIVISION: PERCHE’ IL RAID NON VA BENE – SPECIALE

THE DIVISION: PERCHE’ IL RAID NON VA BENE – SPECIALE

La patch 1.1 di The Division uscita il 12 aprile ha aggiunto il primo “raid” del gioco (virgolette non casuali) già annunciato tempo addietro, chiamato Falcon Lost (e misteriosamente tradotto in italiano “Missing in Action”). La questione che doveva risolvere era quella del contenuto endgame del gioco, invero un po’ carente al momento dell’uscita del titolo. Ad onor del vero la patch ha aggiunto altri contenuti oltre al “raid”, contenuti in verità di buon livello: il trading tra giocatori, una miglioria delle daily, l’aggiunta di incarichi settimanali da portare a termine, un rework del loot (di cui è bene dire due parole dopo) e la novità del drop da parte degli elicotteri di oggetti non contaminati nella…

RICHARD GARRIOTT A VENEZIA – IL CAMMINO DELL’AVATAR

RICHARD GARRIOTT A VENEZIA – IL CAMMINO DELL’AVATAR

Ci sono alcuni nomi, nell’industria di cui vi raccontiamo quotidianamente, che hanno lasciato impronte indelebili ed eredità profondissime, solchi nei quali fioriscono “innumerevoli tentativi di imitazione”, per usare lo slogan di una nota rivista di enigmistica. Uno dei più grandi (se non il più grande, nell’industria degli MMO) è sicuramente quello di Richard Garriott de Cayeux, in arte Lord British. In occasione della ventesima edizione di Cartoons on the Bay, tenutasi a Venezia dal 7 al 9 aprile scorsi, Garriott ha ricevuto il prestigioso Pulcinella Award alla sua lunghissima e avvincente carriera. Man on a mission Astronauta e figlio di astronauta, Garriott è anche il creatore del primo RPG per computer mai pubblicato (Akalabeth), della lunghissima…

PESCI D’APRILE ANCHE NEI VIDEOGIOCHI – SPECIALE

PESCI D’APRILE ANCHE NEI VIDEOGIOCHI – SPECIALE

Come ogni primo aprile che si rispetti, su internet i pesci d’aprile non mancano. Numerosi siti, sviluppatori e perfino utenti si dilettano ormai in questa tradizione che precede un po’ il trolling propriamente detto.Nomi importanti si sono prodigati nel pesce d’aprile, alcuni azzeccandolo di più, altri di meno. Vediamone alcuni dei più notevoli: Google Google quest’anno ha fallito brutalmente: la sua idea di pesce d’aprile doveva essere una possibilità ulteriore offerta su gmail per rispondere alle mail con l’immagine di un minion che gettava il microfono, come a dire “basta così!”. Utile soprattutto, nell’ottica di google, per le catene o le mail di spam, o le mail inutilmente lunghe e prolisse, o le conversazioni che…

THE DIVISION: QUANTO E’ SIMILE ALLA REALTA’? – SPECIALE

THE DIVISION: QUANTO E’ SIMILE ALLA REALTA’? – SPECIALE

The Division offre una riproduzione molto interessante di Midtown Manhattan, la densa e forse maggiormente iconica area al centro dell’isola su cui sorge la città più famosa del mondo. A Midtown sorgono alcuni degli edifici più noti di New York City: l’Empire State Building, il Chrysler, il Flatiron, il grattacielo Met Life, la sede dell’ONU e svariati altri, senza considerare i luoghi di culto come Times Square, Madison Square Park o tutta Broadway che più che un luogo ormai è pura cultura pop. Dunque appare abbastanza ovvio chiedersi quale sia il livello di fedeltà raggiunto dagli sviluppatori nel trasporre in forma digitale questo meraviglioso luogo del reale. La prima immagine mette a confronto la mappa…