Editoriali

NOLVA VS WORLD – POKEMON RIDERS

NOLVA VS WORLD – POKEMON RIDERS

Tu chiamala estate. Più che la E maiuscola dovremmo considerare l’ipotesi di usare tutti una bella P come iniziale, visto che i Pokèmon sono finalmente tra noi. O meglio. Niantic sta facendo di tutto per non riuscirci, eppure l’esperienza nei giochi di realtà aumentata non è nuova alla software house, visto l’ottimo Ingress. Ma qui si è ancora in iper alpha, per quanto riguarda la gestione dei server, e l’errore è stato quello di “ascoltare il mercato” e buttare negli store virtuali un prodotto ancora in rodaggio. Sta di fatto che la batteria dello smartphone per ora va giù solo perché cerca di connettersi, ma purtroppo fallisce spesso e volentieri. Al di là di tutte le calamità che quei pochi fortunati giocatori hanno annoverato nel corso di questi giorni (incidenti, risse in strada, ammaccature e ferite varie), non è che Pokèmon GO sia proprio la fine…

THE MINIMALIST – ALLA RICERCA DELL’EPICITA’ PERDUTA

THE MINIMALIST – ALLA RICERCA DELL’EPICITA’ PERDUTA

Mi ricordo la prima volta che affrontai un dungeon in Lord of the Rings Online. Emozione: un’immersione d’epicità decisamente importante. E così la prima volta che affrontai Azeroth senza quest helper, ma giusto per sottolinearlo, perché quello che si respirava era la sensazione di un qualcosa che ti rendeva protagonista “dall’interno”. Ed anche essere un barbaro in Age of Conan fu mitico, cavalcare da cimmeri quelle nevi solcate dal sangue dei nemici (un po’ Manowar come descrizione, ma ci sta). Ora invece i MMORPG paiono essere colpiti dalla sindrome della piattezza del copione, come se fossero stati contaminati dallo sciopero degli sceneggiatori che colpì Hollywood qualche anno fa. Tecnicamente niente da eccepire, a livello di gameplay spesso anche innovativi, sandbox o themepark che siano, ma il problema appare essere il coinvolgimento epico che producono sui nostri neuroni. Mi direte, i giochi citati in precedenza sfruttavano…

PLINIOUS EX MACHINA: ANCHE TURBINE ABBANDONA GLI MMO, È LA FINE DI UN’ERA?

PLINIOUS EX MACHINA: ANCHE TURBINE ABBANDONA GLI MMO, È LA FINE DI UN’ERA?

Qualcuno potrebbe dire che la notizia dei nuovi licenziamenti in casa Turbine, per quanto triste, non sia niente di così clamoroso o inaspettato. Alla fine simili ondate di licenziamenti c’erano già state nel 2014 e nel 2015, ed era da anni che Turbine non faceva più niente di davvero importante, tant’è anche il suo ultimo sfortunato titolo, Infinite Crisis, era più un MOBA che tentava di inseguire l’esplosione vissuta dal genere in questi anni che un MMO fatto e finito. Warner Bros assicura che Lord of the Rings Online e Dungeons & Dragons Online continueranno a operare. Tuttavia questa volta non si tratta di una semplice ondata di licenziamenti ma di una vera transizione della software house, che sta diventando “uno studio di sviluppo per giochi mobile e free to play”: primo risultato di questa nuova tendenza è il mobile game Batman: Arkham Underworld. Ecco allora che questo ridimensionamento…

THE MINIMALIST – VACANZA DA VIDEOGAMER

THE MINIMALIST – VACANZA DA VIDEOGAMER

Si sa, arriva l’estate, arriva la vacanza e fa molto caldo. Le ventole dei nostri PC girano all’impazzata, ci scaldiamo le gambe con il tower che emana ondate di calore sotto le nostre scrivanie, le schede grafiche sono pronte per cuocerci le uova sopra. Scuole chiuse, ferie dal lavoro, ma di certo non dai nostri amati videogame. Però è indubbio che con il periodo estivo le nostre abitudini cambiano, vuoi perché la “real life” diventa più attraente, ed anche perché grosse uscite videoludiche in questo periodo non ce ne sono, a parte qualche eccezione. Ovviamente, anche per chi si appresta ad andare nei luoghi di villeggiatura esistono i portatili, le chiavette modem, i tablet in wi-fi ed anche i nostri amati ed immancabili smartphone. Quello che vorrei sapere da voi è quanto cambia la vostra routine di vidoegamer incalliti d’estate e se vi spostate o…

THE MINIMALIST – UN FUTURO PER I MOBA?

THE MINIMALIST – UN FUTURO PER I MOBA?

Prima League of Legends, la Riot ed un successo interplanetario. Poi Dota 2 e il ritorno di Valve, SMITE di Hi-Rez per qualcosa di diverso, ed infine Heroes of the Storm a chiudere il cerchio dei giochi ad arene multiplayer online, in una sola parola MOBA. Un genere che sembrava dover spaccare il mondo, con decine di cloni che in poco più di un anno si sono affacciati sul mercato per poi chiudere i battenti. Poi improvvisamente, a parte questi campioni, le software house hanno massicciamente virato verso gli shooter alla Team Fortress (vedi Overwatch), relegando il genere in una sorta di limbo da cui non si sa se usciranno altri prodotti. Di certo l’e-sport deve la sua rivincita ai MOBA, e League of Legends è ancora adesso una gallina dalle uova d’oro, per cui non è questo il problema. Quel che vi chiedo è:…

E3 2016 – CHE BARBA!

E3 2016 – CHE BARBA!

Gentil donzelle che non amate peluria sulle lande facciali dei volti dei vostri uomini, allontanatevi. L’E3 2016 si è finalmente concluso, con somma gioia di tutti coloro che, come il sottoscritto, praticano la difficile professione del “giornalista” videoludico, un mestiere di belle speranze e dal divertimento assicurato ma che nasconde retroscena molto oscuri e complessi, come quello di doversi sorbire dirette lunghe ore in piena notte, scrivendo notizie il più velocemente possibile per bruciare sul tempo la concorrenza. Volevo però parlarvi di questo terminato E3 appena terminato, di ciò che rimane di tutti gli annunci fatti, condividendo con voi qualche personale pensiero che potremmo riassumere con due semplici parole: che barba! Il più grande convegno dei videogiochi – una volta veniva presentato così – sembra aver ormai perso definitivamente lo smalto, vittima di fenomeni decisamente spiacevoli e molto dannosi per l’industria dei videogame, come quello dei…

NOLVA VS WORLD – CONTENUTI A RATE

NOLVA VS WORLD – CONTENUTI A RATE

Ci siamo sempre lamentati dei contenuti. Ad esempio nell’era in cui gli MMO uscivano, al day one, praticamente in beta: vedi Age of Conan o, ancora peggio, Vanguard. Poi ci siamo lamentati dei giochi che non avevano proprio contenuti, come l’end-game, e di cui quindi bruciavano in fretta tutte le frecce al loro arco. Ci siamo lamentati dei videogame che avevano i contenuti, ma poi non venivano tenuti sufficientemente aggiornati, ed anche quei contenuti finivano e noi andavamo in bestia. Insomma, i contenuti ci hanno sempre fatto incazzare. Ora, nell’era dei Kickstarter, dell’Early Access e di Star Citizen, le cose sono diventate… “modulari”: le feature arrivano a rate. Ma ci sono due motivi ben differenti che forniscono lo stesso risultato. Da una parte ci sono le software house che non hanno grosse possibilità finanziarie: devono rientrare dall’investimento, che è già alto per la “versione” base…

THE MINIMALIST – CINEMA VIDEOLUDICO

THE MINIMALIST – CINEMA VIDEOLUDICO

Tutti al cinema. Abbiamo visto, in tutta la sua magnificenza, il film tratto dalla licenza Blizzard sul mondo di Azeroth. Warcraft mi è piaciuto, è un buon film fantasy a prescindere dal fatto che siate appassionati giocatori dei videogame della saga, funziona a livello spettacolare, gli orchi sono bellissimi (pure l’orchessa) e la trama riesce ad essere quantomeno lineare nella sua coerenza. Chi dice il contrario probabilmente non ha mai visto un altro film tratto da un videogioco, mi sorge spontaneo il dubbio. E infatti è proprio qui che vorrei soffermarmi oggi con voi, discutendo sull’immenso repertorio-spazzatura che Hollywood ha prodotto nel corso dei decenni cercando di bissare il successo videoludico con quello cinematografico. Ne sono venute fuori opere che al confronto Sharknado si potrebbe definire il film del secolo. E con questo spunto non faccio altro che chiedervi, così, a bruciapelo: qual è il…

THE MINIMALIST – UNCHARTED… ONLINE

THE MINIMALIST – UNCHARTED… ONLINE

Naughty Dog con Uncharted 4: Fine di un Ladro ha probabilmente toccato l’apoteosi della PlayStation 4, ormai a diversi anni dall’uscita della console Sony. Da un punto di vista grafico si rimane veramente a bocca aperta (tanto che, quando sono poi passato a giocare su Xbox One al pur eccellente Quantum Break, il paragone non reggeva il confronto) e anche da quello del gameplay non si trova in questo momento di meglio. Parkour, sparatorie, enigmi ed esplorazione al top. Ma non solo: una chicca del gioco è la parte multiplayer, che riserva delle ottime sorprese anche per chi non è proprio avvezzo a questa modalità. Divertente, veloce ma non frenetica, varia anche a livello di situazioni e ambienti, consentendo strategie diverse dalle solite mappe alla Call of Duty, anche in virtù del fatto che gli hitshot e gli oneshot qui non funzionano, e per uccidere un rivale…

THE MINIMALIST – LA LUNGA ATTESA

THE MINIMALIST – LA LUNGA ATTESA

Si sa che l’attesa è spesso più soddisfacente del momento in cui arriva ciò che si aspettava con così tanta ansia. La scimmia è una componente fondamentale della nostra vita, ed anche nei videogame ci accompagna ormai quotidianamente tanto che, se potessimo darle un voto, diventerebbe il miglior MMORPG della storia. Ed anche in questo periodo l’attesa c’è, ed è protagonista per alcuni MMO molto importanti, a parte ovvie espansioni, che presto usciranno sul mercato. Me ne vengono in mente tre, ad esempio, di sicuro molto seguiti dalla community internazionale, e cioè Chronicles of Elyria, Pantheon: Rise of the Fallen e Crowfall, ma la lista potrebbe allungarsi, con almeno altri tre o quattro titoli (compreso il mai domo Richard Garriott e il suo Shroud of the Avatar). La domanda è ovviamente scontata: Quale MMO o MMORPG (non necessariamente quelli che ho citato) attendete con più trepidazione?…

L’ANGOLO DELLA BARBA – PREGIANZA SU MMO.IT

L’ANGOLO DELLA BARBA – PREGIANZA SU MMO.IT

Capita di rado che io non sappia cosa dire o cosa scrivere. Sono logorroico di natura dopotutto, e non riesco ad evitare che i miei pensieri si traducano in lunghi discorsi o articoli, è davvero una spinta a cui non posso sottrarmi. È quindi piuttosto strano che io non sappia bene come approcciarmi al primo editoriale su questo sito molto giovane, con cui ho deciso di collaborare principalmente perché legato da un rapporto di amicizia al buon Plinious (che ha lavorato con me per anni altrove). Forse è il caso di iniziare presentandomi: sono Aligi Comandini, noto anche come Pregianza, ex-caporedattore di Spaziogames.it, attualmente redattore di Multiplayer.it e freelance che scribacchia su numerose altre testate, come Prismo e GQ. La verità è che non posso più dire di essere un grande appassionato di MMO; ho abbandonato il genere dopo averlo divorato per anni in gioventù.…

NOLVA VS WORLD – SUPEREROI CERCASI

NOLVA VS WORLD – SUPEREROI CERCASI

È difficile essere supereroi, almeno nel mondo videoludico. Pensiamoci. Al cinema milioni di film, più o meno riusciti. Si spazia da Captain America fino a Superman, passando per serie TV ispirate a personaggi “minori”, come ad esempio Arrow. Un bombardamento continuo, infinito, che pesca anche in ambiti decisamente poco noti (Jessica Jones). Per non parlare di gadget, dai giochi per bambini alle T-Shirt per ogni età, costumi, accessori e tazze celebrative. In ambito videoludico massivo, le cose non hanno avuto mai lo stesso tipo di appeal. Ok, abbiamo avuto il fu City of Heroes/Villain, che probabilmente è stato il miglior prodotto possibile. Ma sappiamo com’è finita. Poi Champions Online e DC Universe Online, fino ad arrivare al videogame di maggior successo e cioè Marvel Heroes Online. Tutti prodotti… noiosi. Di certo il problema maggiore nel rappresentare un mondo multigiocatore dove protagonisti sono i supereroi sta…

Pagina 2 di 41234
This site uses XenWord.