MMO.it

WoW Classic: un pesante exploit, ora fixato, minaccia la salute dell’economia del gioco

WoW Classic: un pesante exploit, ora fixato, minaccia la salute dell’economia del gioco

WoW Classic, si sa, ha ripreso nel bene e nel male la formula del WoW Vanilla originale del 2004, aggiungendo poche nuove feature. Una di esse è il cosiddetto layering: un sistema attraverso il quale un singolo server può creare più istanze di se stesso, permettendo alla popolazione di distribuirsi tra esse. Questo scongiura i problemi che si verificano quando la quantità di giocatori in uno stesso posto diventa eccessiva: oltre a problemi prestazionali, anche il gameplay viene influenzato. Si pensi ad esempio a talune quest in cui si deve uccidere uno specifico mob: se si è soli, il mob sarà lì ad aspettarci. Ma se altre dieci persone devono completare la stessa quest, ognuna dovrà…

Anthem: pessime notizie per i futuri update, il gioco va verso la modalità mantenimento?

Anthem: pessime notizie per i futuri update, il gioco va verso la modalità mantenimento?

Il destino sembra segnato per Anthem. Dopo l’insuccesso dell’evento Cataclisma, che entra oggi nella sua ultima settimana, BioWare aveva comunque espresso il desiderio di continuare a supportare il titolo, ma dal blog ufficiale giunge un ripensamento pesantissimo. Già, perchè il lead designer Chad Robertson ha deciso di descrivere i prossimi aggiornamenti che verranno previsti per Anthem. Peccato che essi non ci saranno: o almeno, non come prima. Ecco quanto viene scritto: Quindi, qual è il futuro di Anthem? Abbiamo ascoltato le vostre preoccupazioni circa i problemi principali di Anthem e stiamo lavorando per migliorarli. Questi sistemi richiedono però una revisione profonda ed un rework totale, invece che dei semplici fix veloci. Abbiamo un team che sta lavorando…

EVE Online: torna la chat dopo il blackout

EVE Online: torna la chat dopo il blackout

Su MMO.it abbiamo spesso parlato della mole di funzionalità che, intersecandosi l’una con l’altra, rendono EVE Online uno dei migliori MMORPG in circolazione, ed uno dei pochissimi veri, puri sandbox. Se avete seguito la curiosa vicenda del neutrale su EVE, o se avete giocato al titolo, saprete che una delle sue feature principali è la chat locale. Con essa si intende il sistema che automaticamente connette ogni giocatore all’interno di un sistema in una schermata di chat, attraverso la quale è possibile sia parlare gli uni con gli altri, sia sapere chi c’è in quel sistema. A partire da metà luglio, però, la chat nello spazio Nullsec è stata oscurata: o meglio, non è stato più possibile vedere chi fosse presente…

ArcheAge: grande miglioramento grafico in arrivo con l’update Shadows Revealed

ArcheAge: grande miglioramento grafico in arrivo con l’update Shadows Revealed

Con oggi sono passati ben cinque anni dalla release di ArcheAge in Occidente, e a seguito dell’anniversario Gamigo ha pubblicato un interessante video che mostra le imminenti migliorie previste per la grafica del gioco. Il prossimo 30 settembre, infatti, sarà rilasciato l’update Shadows Revealed, sia per la versione “normale” sia per quella Unchained, i nuovi server di ArcheAge buy-to-play (e no pay-to-win) che apriranno lo stesso giorno. Ecco quanto gli sviluppatori hanno da dire sull’aggiornamento: Su Mirage Isle, i giocatori potranno partecipare in un impegnativo evento Anniversario. Gli Avventurieri devono raggiungere la sommità delle piattaforme galleggianti con i loro Glider Boot. Il 30 settembre, ArcheAge verrà aggiornato con Shadows Revealed, disponibile sia per la versione free-to-play sia per…

Che cos’è Dragon Lord? – Speciale

Che cos’è Dragon Lord? – Speciale

La scorsa settimana ci siamo occupati di un’interessante curiosità dell’internet, cioè il MMORPG browser-based League of Angels, le cui pubblicità si trovano spesso navigando per i siti ma di cui pochissimi sanno effettivamente qualcosa. Il ritratto che ne è uscito scongiura qualsiasi intento truffaldino e mostra il gioco per quello che è: un MMO dal sapore molto orientale, che punta su dei gusti estremamente diversi rispetto a quelli a cui siamo abituati, fortemente incentivante al pagamento microtransazionale, ma che onestamente svolge il suo lavoro. Oggi ci occupiamo di un altro di questi titoli peculiari, Dragon Lord. Anche su di esso si vede talvolta della pubblicità in giro per l’internet, e anche esso, come League of Angels, è…

Path of Exile: pianificato il futuro fino alla release 4.0, che “farà concorrenza a Diablo 4”

Path of Exile: pianificato il futuro fino alla release 4.0, che “farà concorrenza a Diablo 4”

Grinding Gear Games, lo studio di sviluppo di Path of Exile, ha sempre fatto un ottimo lavoro quando si trattava di aggiornare il proprio titolo. PoE è infatti uno dei migliori MMO disponibili sul mercato, e deve molto ai costanti aggiornamenti che l’hanno migliorato ed espanso nel corso degli anni. A seguito del lancio della nuova Blight League, lo sviluppo si è spostato su un bug fixing generale, ma il futuro del gioco è ben noto: Path of Exile si aggiornerà verso la fine del prossimo anno (il 2020) con una mega-espansione, in concomitanza con la versione 4.0.0 del gioco. Questo update sarà probabilmente tra i più grandi mai sviluppati per PoE e, anche se non si…

Anthem è ora disponibile su EA e Origin Access

Anthem è ora disponibile su EA e Origin Access

Che Anthem non se la passi benissimo è cosa nota: dopo il fallimento dell’atteso update Cataclysm quest’estate, mentre i giocatori abbandonavano in massa il titolo, seguiti peraltro dal lead producer Ben Irving, BioWare aveva comunque dichiarato che intendeva supportare ancora a lungo il gioco. Nell’ambito di questa politica, Anthem è stato incluso nell’EA/Origin Access, permettendo a chiunque fruisca di quei servizi di scaricarlo e giocarlo. Addirittura esso è compreso nella versione Basic dell’abbonamento, per cui bastano 3,99€ al mese per poterlo provare, anche se chi è abbonato alla versione Premier ha accesso all’edizione speciale Legion of Dawn. La mossa, che evidentemente punta a portare nuovi giocatori sul titolo, viene ritenuta da molti troppo tardiva. Va poi considerata la…

Fallout 76: un frigorifero pay to win è la nuova pietra dello scandalo

Fallout 76: un frigorifero pay to win è la nuova pietra dello scandalo

L’ultimo aggiornamento per Fallout 76, la patch 13, ha portato alcune novità, come una nuova mappa per la modalità Nuclear Winter, o talune ricompense. Ma c’è un cambiamento in particolare di cui è necessario parlare, perchè esso ha suscitato una discreta shitstorm che a distanza di giorni non accenna ancora a placarsi. Si tratta dell’introduzione del Frigorifero nell’Atomic Shop, il luogo delle microtransazioni, dove acquistare roba del gioco per soldi veri. Questo frigorifero costa 700 Atom, che però non possono essere acquistati così precisamente, ma debbbono essere ottenuti tramite un bundle da 500 o da 1000, spendendo perciò almeno 10€. In termini di gameplay, il frigorifero riduce del 50% il tempo di ammuffimento dei cibi,…

Tempi duri per GameStop: chiuderanno circa 200 negozi

Tempi duri per GameStop: chiuderanno circa 200 negozi

A luglio vi avevamo raccontato di come GameStop non navigasse in acque tranquille: l’avvento del digital delivery, i moderni mezzi di download dei prodotti e in generale un’incapacità di rinnovarsi nel corso del tempo avevano condannato la catena ad un declino inesorabile. Oggi torniamo sull’argomento perché è stata diramata la notizia, dopo un’assemblea per chiudere il secondo quarto dell’anno, che verranno chiusi, entro la fine dell’anno, circa 200 negozi GameStop in giro per il mondo. Il chief finacial officer James Bell ha comunque fatto sapere che dei 5700 negozi che GameStop possiede, più del 95% sono in attivo. Ma malgrado ciò, esistono alcuni locali “underperforming” che debbono essere tagliati per contenere i costi. Abbiamo una chiara opportunità…

Bless Online ha chiuso

Bless Online ha chiuso

Era risaputo: a mezzanotte del 9 settembre i server di Bless Online avrebbero chiuso, sancendo l’ingloriosa fine di un gioco che non è durato neppure due anni. E così è stato: Bless Online è finito. Lo scorso weekend, il team di sviluppo ha così commentato l’imminente chiusura del loro prodotto: Malgrado le cose non siano andate come avremmo sperato, abbiamo imparato molto dall’esperienza e siamo fiduciosi per il futuro di Bless Unleashed e dei prossimi titoli. È possibile che questi sviluppatori vadano compatiti anziché disprezzati perchè evidentemente soffrono di una qualche sindrome che impedisce loro l’apprendimento. Bless Online infatti è uscito prima in Oriente, dove ha toppato. Poi è stato portato in Russia, e ha fallito anche lì.…