MMO.it

Tencent acquisisce interamente Funcom, il gioco di Dune diventa più ambizioso

Tencent acquisisce interamente Funcom, il gioco di Dune diventa più ambizioso

Tencent, l’enorme compagnia cinese nota per essere tra le più ricche e influenti del pianeta, e forte di numerose acquisizioni, tra le quali figura quella di Supercell per ben 9 miliardi di dollari, si sta preparando ad un’altra importante operazione commerciale. Essa vuole infatti acquisire completamente Funcom, la casa di sviluppo nota per Anarchy Online, uno dei primi MMORPG, Age of Conan e Conan Exiles, che attualmente sta lavorando su un gioco ambientato nell’universo di Dune. Al momento Tencent possiede già il 29% delle quote di Funcom, ed ora ha depositato un’offerta di acquisto per tutte le rimanenti, comprandole direttamente dagli azionisti. L’offerta sta a 17 corone svedesi per azione: un prezzo altissimo, circa il 30% in più…

Daybreak introduce tre nuovi studi per PlanetSide, EverQuest e DCUO

Daybreak introduce tre nuovi studi per PlanetSide, EverQuest e DCUO

Daybreak Game Company l’anno scorso aveva vissuto un periodo piuttosto travagliato: da una parte era stata coinvolta in uno scandalo che prendeva le mosse perfino da taluni oligarchi russi, dall’altra era stata costretta a licenziare un bel po’ di personale, ma contemporaneamente aveva registrato una serie di domini e trademark per Darkpaw Games, Golden Age Studios e Rogue Planet Games, oltre ad aver registrato anche il nome Daybreak Game Studios LLC. Insomma, un anno a fasi alterne, contornato da fantasiose ipotesi da parte della community. Ma ora Daybreak Games ha distribuito pubblicamente una serie di documenti, per lo più sotto forma di lettere ai giocatori, che chiariscono la situazione: i franchise di PlanetSide, EverQuest, e DC Universe…

Monster Hunter World Iceborne: gli aggiornamenti della prima metà del 2020

Monster Hunter World Iceborne: gli aggiornamenti della prima metà del 2020

Una roadmap pubblicata da Capcom svela i prossimi aggiornamenti che interesseranno Iceborne, la prima grande espansione a tema glaciale di Monster Hunter World, disponibile dal 9 gennaio su Steam. La roadmap non mostra, nel dettaglio, ciò che accadrà dopo aprile su PC e dopo maggio su console, ma esplicitamente dice che saranno “previsti nuovi mostri e update” da giugno in poi.   Roadmap per PC 6 febbraio (Major Title Update 1, aggiornamento del gioco che porterà MHW alla versione 11.50.00) Un nuovo mostro, il Rajang La Collaborazione Racoon City, che lascia presumere un cross-over con Resident Evil 2 Aggiornamento degli alloggi Aggiunta del bioma vulcanico nelle Terre guida   12 marzo (Major Title Update 2, che porterà MHW alla versione 12.03.00) Due nuovi…

Black Desert: svelata la roadmap per la prima metà del 2020

Black Desert: svelata la roadmap per la prima metà del 2020

Pearl Abyss, la casa di sviluppo di Black Desert Online, ha recentemente rilasciato un’interessante roadmap per gli aggiornamenti del suo noto MMORPG lungo la prima metà del 2020. Purtroppo, come vedrete voi stessi, non sono previste date specifiche, ma la roadmap è costituita da un’elencazione di contenuti che verranno rilasciati, a quanto pare, entro giugno. Le uniche eccezioni sono rappresentate dal rilascio del Guardian, che avverrà il 22 gennaio, e dell’Awakening del Guardian il 5 febbraio. Per il resto, è prevista anzitutto la serie di Succession skill della Witch e del Wizard, poi quella di Striker e Mystic. Sarà poi il turno della Lahn e del Guardian, che beccherà quindi le Succession skill a pochi mesi dal suo rilascio, più o meno verso la fine della primavera.…

World of Warcraft: la patch 8.3, Visions of N’Zoth, è piena di problemi

World of Warcraft: la patch 8.3, Visions of N’Zoth, è piena di problemi

Malgrado la riuscita ambientazione e le nuove zone ben ricevute dalla community, molti giocatori stanno incontrando difficoltà notevoli nel riuscire a fruire della patch 8.3 di World of Warcraft, Visions of N’Zoth (in italiano Visioni di N’zoth), disponibile sui server dal 15 gennaio. La nuova patch è infatti piagata da numerosi bug e da feature probabilmente fatte di fretta, al punto che qualcuno si sta domandando se questo non sia il risultato di quegli 800 licenziamenti che un anno fa avevano lasciato a casa un sacco di impiegati Activision Blizzard. In particolare, tra Reddit e il forum ufficiale si rilevano problemi riguardanti l’asta (l’auction house), per cui alcuni oggetti, specie se vengono messi in stack, spariscono…

New World potrebbe essere un giocaccio, ecco perché

New World potrebbe essere un giocaccio, ecco perché

Non più tardi di ieri vi abbiamo proposto una traduzione italiana completa del comunicato stampa rilasciato dagli sviluppatori di New World che faceva un po’ il punto della situazione circa le modifiche che hanno interessato recentemente il gioco nel profondo, a pochi mesi dalla sua uscita, prevista per il 26 maggio 2020 su Steam. Gli utenti, che già erano piuttosto dubbiosi dopo che era stato comunicato il cambio di direzione del titolo da MMO sandbox a MMO open world, si sono polarizzati a seguito del comunicato ufficiale. C’è chi infatti ritiene che il prodotto possa piacere ad un’audience più grande e chi invece ritiene che abbia tradito promesse del passato, e che possa rivelarsi un titolo…

New World: nuovo video diario, tutti i dettagli sul PvP

New World: nuovo video diario, tutti i dettagli sul PvP

In un lungo post sul sito ufficiale, gli sviluppatori di New World hanno fatto enorme chiarezza sugli aspetti PvP del gioco, e hanno anche risposto indirettamente ai dubbi che erano sorti presso molti giocatori dopo il grande cambiamento che ha investito il gioco dopo l’alpha. Ricordiamo infatti che New World, prima un MMO sandbox full PvP, è stato poi riclassificato dai suoi stessi creatori come un “MMO open world”, che sarà, peraltro, tradotto in italiano. Ebbene, visto che gli sviluppatori hanno parlato in modo molto eloquente, qui vi proponiamo la traduzione diretta delle loro parole, così che possiate prendere tutte le informazioni possibili dal loro comunicato. Nel frattempo è anche stato pubblicato un nuovo video diario…

Astellia arriverà su Steam a fine mese, ma chiude in Corea

Astellia arriverà su Steam a fine mese, ma chiude in Corea

Astellia Online, MMORPG coreano sviluppato da Barunson e pubblicato da Nexon, già disponibile in Occidente dal 30 settembre, uscirà anche su Steam il prossimo 30 gennaio. Al momento non è stato rivelato il prezzo di lancio del titolo sulla piattaforma Valve. La versione su Steam presenterà ovviamente gli stessi contenuti di quella standalone, sia in PvP che in PvE. Come annunciato a dicembre, inoltre, a gennaio è stato introdotto il Dogavi Crescent Event, che è un po’ un evento e un po’ un aggiornamento: aggiunge un dungeon, una nuova valuta e un mercante, feature ovviamente collegate tra loro. Anche il Taking Care of Pimpi Event è stato aggiunto recentemente e comprende un boss costruito per un party da 12…

Black Desert Online: Guardian in arrivo su PC, Awakening a febbraio

Black Desert Online: Guardian in arrivo su PC, Awakening a febbraio

Come preannunciato lo scorso dicembre, la nuova classe del Guardian per Black Desert Online arriverà sui server PC il 22 gennaio. La prossima settimana approderà dunque questa combattente corpo a corpo con ascia e scudo, peraltro già disponibile in pre-creazione. La novità di oggi riguarda l’Awakening, che adesso sappiamo arriverà il 5 febbraio. Jördun è una sorta di enorme alabarda che brucia con la sacra fiamma di Ynix. Inoltre le skill Awakening miglioreranno gli attacchi AOE, permettendo alla Guardian di affrontare larghi gruppi di nemici contemporaneamente. Pearl Abyss e Kakao Games hanno poi rivelato che la Dark Knight riceverà presto un update per le Succession skill, come già successo a dicembre per Warrior e Ranger.…

Lost Ark non uscirà in Occidente nel 2020

Lost Ark non uscirà in Occidente nel 2020

Solo ieri vi abbiamo parlato di Lost Ark, l’atteso MMORPG action con visuale isometrica di Smilegate. La novità è che il titolo, disponibile in Corea e Russia già da diversi mesi, non arriverà in Europa e Nord America nel 2020. La notizia, diramata ufficialmente e che farà di sicuro scontenti molti di quelli che stavano ansiosamente aspettando il gioco, smentisce tutti i rumor del mese scorso: non ci sono piani per portare Lost Ark in Occidente. È del resto vero che Smilegate aveva detto, l’anno scorso, che “prima o poi” Lost Ark sarebbe arrivato in Europa e Nord America, ma da allora non si sono susseguite altre notizie. Il sito web coreano The Bell anzi non ci va…