MMO.it

Lost Ark elimina il gender lock e si prepara alla release in Occidente

Lost Ark elimina il gender lock e si prepara alla release in Occidente

Questo inverno vi avevamo annunciato di come Lost Ark non sarebbe uscito in Occidente, almeno non quest’anno. Ed effettivamente, il 2020 non sarà l’anno in cui il titolo, un atteso MMORPG action con visuale isometrica, raggiungerà i nostri schermi.

Nonostante gli sviluppatori di Smilegate non abbiano rilasciato nuove informazioni, su Reddit un utente ha riportato alcune interessanti informazioni circa la closed beta giapponese:

La versione giapponese di Lost Ark ha iniziato la sua closed beta pochi giorni fa, ed un’interessante cosa da notare qui è che inizia con la patch della Season 2, che contiene cose come l’housing personale sulle isole, le spedizioni e la rimozione del gender lock.

Non tutte le feature sono pronte al 100%, ma la patch va anche oltre rispetto a quelle promesse: ci sono un sacco di cambiamenti, specie all’inizio dell’endgame per accontentare molti che si erano lamentati. […] Si dice che la versione globale su baserà su questa patch.

E c’è anche la nuova classe dello Scouter. La sua identity skill sembra permettere di trasformarsi in Iron Man per un periodo di tempo.

Contemporaneamente a questo, la pagina Facebook ufficiale di Lost Ark ha pubblicato una risposta a un utente, nel quale ha ammesso di stare “lavorando duramente per prepararci ad una release globale“. Ma sulla data di lancio non si sa ancora nulla, quindi bisognerà attendere.

Qui di seguito potete vedere un video dello Scouter. Infine, se volete giocare l’open beta di Lost Ark sui server russi, potete leggere la nostra guida.

 

 

Fonte 1, Fonte 2

 

Placeholder for advertising

Lascia una risposta

avatar