MMO.it

Corepunk non avrà il gender lock, svelato il modello di business

Corepunk non avrà il gender lock, svelato il modello di business

Sul sito ufficiale dello studio olandese Artificial Core arrivano numerose novità su Corepunk. A febbraio gli sviluppatori avevano parlato delle fazioni presenti, descritto il sistema di dungeon e le modalità PvP del loro MMORPG isometrico.

In questa occasione hanno spiegato e descritto altri elementi sullo stato dei lavori del primo trimestre del 2020, partendo dal gender lock. Se in una prima fase prima era stato attivato per passare ad altri aspetti del gioco, dopo il feedback degli utenti i developer hanno preferito tornare sulla questione togliendolo e dando una maggiore personalizzazione ai PG:

Per un po’ il gender lock è stata una di quelle cose di cui volevamo sbarazzarci, ma allo stesso tempo avrebbe aggiunto una notevole quantità di lavoro. Abbiamo ricevuto molti feedback da questo punto di vista.

Quindi ci siamo seduti di nuovo a riflettere su questa funzione e abbiamo trovato il modo di inserirla nel nostro programma di lavorazione. Sarete in grado di scegliere il sesso e personalizzare l’aspetto per ogni eroe, inclusi tratti del viso, taglio di capelli, stile di capelli e colori per pelle, labbra, occhi e capelli.

Corepunk gender lock

Il diario degli sviluppatori continua trattando altre due importanti caratteristiche del gioco, ovvero le specializzazioni delle armi di classe, che verrà trattato in alcuni streaming dedicati, e il modello di business di Corepunk, informazione molto richiesta dalla community:

Siamo concentrati sulla rifinitura dei primi sei eroi. Ognuno con tre distinte abilità con le armi. Ad esempio, l’eroe campione che hai visto nel trailer sarà in grado di combattere con la spada a due mani, spada ad una mano e scudo oppure con un arco. Ti diremo di più sulle altre abilità degli eroi durante i prossimi stream ufficiali.

Abbiamo optato per un buy-to-play con la possibilità di comprare oggetti cosmetici dal negozio in-game. Fin dal primo giorno avere un gioco equo è stata la nostra massima priorità. Non venderemo booster. Nulla che possa influire sul gameplay.

Gli oggetti cosmetici possono essere acquistati nel negozio di gioco o ottenuti con i battle pass. Avere un abbonamento mensile probabilmente sarebbe stato il modello di business più giusto per il titolo. […] Ma non molti MMO sopravvivono con l’abbonamento in questi giorni, quindi abbiamo deciso di optare per il modello buy-to-play.

Corepunk sarà quindi buy-to-play, con un sistema di battle pass e la possibilità di comprare oggetti cosmetici, ma senza aggiunte pay-to-win che possano influire sul gameplay.

 

Corepunk specializzazione armi

Concludendo gli sviluppatori hanno dichiarato di aver costruito una buona parte del mondo di gioco e di essere impegnati attualmente con le aree iniziali, quelle che accoglieranno i player nelle loro prime avventure nel mondo di Kwalat.

Saranno queste le probabili protagoniste dei prossimi stream ufficiali del titolo, uno breve, di 15-30 minuti, all’inizio di maggio e uno più lungo a giugno, di circa due ore.

Ricordiamo che Corepunk è attualmente in alpha: sul sito ufficiale ci si può iscrivere per la closed beta, mentre la fase di open beta dovrebbe iniziare a fine 2020. Se volete restare aggiornati su tutte le novità del titolo di Artificial Core, potete entrare nel nostro gruppo Facebook dedicato. Di seguito vi proponiamo i nuovi screenshot di alcune aree del gioco.

 

 

Fonte 1, Fonte 2

 

Placeholder for advertising

Lascia una risposta

avatar