MMO.it

Guild Wars 2: è tempo di bilanci e di tornei svizzeri

Guild Wars 2: è tempo di bilanci e di tornei svizzeri

Settimana calda per Guild Wars 2 che affronta un bilancio di fine 2019 tutt’altro che entusiasmante, l’introduzione dei tornei svizzeri e alcune modifiche al world boss Drakkar.

NCsoft Corporate ha registrato un solido trimestre finanziario negli ultimi tre mesi del 2019, con incrementi dei ricavi del trimestre del 34% su base annua. È il comparto mobile che traina i guadagni della multinazionale con un aumento delle entrate del 59% dal quarto trimestre del 2018, ma ecco che arrivano le note dolenti.

I tre MMO chiave che segnano la presenza di NCsoft in Occidente, Guild Wars 2, Aion e Blade & Soul, hanno registrato un corposo calo delle entrate. Il titolo di ArenaNet perde quasi un quarto delle sue entrate, con ricavi simili a quelli di metà 2017, periodo in cui una discutibile Living Season 3 aveva portato però all’espansione Path of Fire. In ogni caso, questo segna il peggior trimestre di Guild Wars 2 fino ad oggi.

Molti hanno trovato in World of Warcraft Classic il “colpevole”, teorizzando che il competitor abbia sottratto utenza a Guild Wars 2, anche se probabilmente le cause sono altre. Le tante defezioni importanti, una scarsa comunicazione, il timido lancio di The Icebrood Saga e un primo episodio troppo corto sono tra i principali indiziati.

Con la roadmap di inizio 2020, l’episodio Shadow in the Ice e il messaggio di Adrew Gray, comunque, sembra che lo studio voglia cambiare questa tendenza. ArenaNet ha sicuramente passato un 2019 molto pesante, ma ora deve rimboccarsi le maniche e mostrarci cosa intende per “entusiasmante futuro del titolo”.

 

Guild Wars 2 Bilanci

Tornando alla roadmap e ai contenuti promessi a dicembre scorso, ArenaNet parla dei tornei svizzeri che saranno testati oggi con una prova pubblica:

I tornei svizzeri sono progrediti abbastanza da aver bisogno del tuo aiuto per le fasi successive. Il 13 febbraio a mezzogiorno (Pacific Time UTC-8), organizzeremo il primo torneo sperimentale svizzero. Abbiamo fatto ogni sforzo per avere un sistema solido ma i test interni e quelli in un ambiente con migliaia di giocatori sono molto diversi.

C’è un’alta probabilità che questo torneo subisca dei bug. Ciò potrebbe comportare l’annullamento del torneo in corso o la mancata distribuzione dei premi del torneo. Inoltre, alcuni elementi dell’interfaccia utente non saranno completati al momento dell’esecuzione di questo test. Creeremo un thread per il feedback sui forum ufficiali di Guild Wars 2 quando il torneo sarà attivo.

Il torneo svizzero è stato richiesto fortemente negli anni e finalmente potremo vederne le potenzialità. Questo è un sistema in cui il numero di round si basa sul numero di squadre partecipanti. Non si verrà rimossi dal torneo dopo aver perso una sfida.

In ogni round una squadra gioca contro un’altra con lo stesso record, se possibile. Per descriverne il funzionamento, il messaggio ufficiale continua con alcune specifiche:

Una volta avviato il sistema, i tornei inizieranno con i round svizzeri. Una volta terminati questi round, porteremo le migliori squadre della classifica svizzera in un singolo torneo di eliminazione. Da qui, il torneo procederà con il sistema attuale. Le squadre avranno più opportunità di giocare insieme e non dovranno aspettare ore o essere eliminati al primo turno. Ciò significa che i giocatori avranno più possibilità di esercitarsi e migliorare.

Per ora le ricompense di questa nuova modalità di torneo non riceveranno modifiche, se non per un aumento dei gold guadagnati in caso di vittoria:

Al momento non abbiamo in programma di modificare i premi finali. Tuttavia, aumenteremo l’oro per le vittorie nelle partite automatizzate del torneo. Ciò garantisce che i premi si ridimensioneranno insieme alle dimensioni di questo, rendendolo più remunerativo rispetto ai match ranked e unranked.

Ultimo ma non per importanza, sono arrivate alcune modifiche a Drakkar, il world boss introdotto con il secondo episodio della Icebrood Saga. Il campione di Jormag vedrà una sensibile riduzione dei suoi punti ferita, ma al contempo sarà potenziato il danno di alcune sue abilità. Anche la meccanica di raccolta degli orbi ha ricevuto una modifica interessante, la mancata raccolta di questi porterà a spiacevoli conseguenze.

In definitiva, se i giocatori vorranno battere Drakkar e il potere che attanaglia Bjora Marches, dovranno seguire delle meccaniche più precise e non potranno stare immobili sotto i suoi artigli come succedeva nelle settimane scorse. Questo aumento di sfida porta alla possibilità di ricevere tra i premi un set di armi ascese chiamate “Broken Voice”, un set di armi esotico o la Winter’s Heart Infusion.

Se non riuscirete a batterlo avrete un’altra sorpresa, coerentemente con la lore e i sussurri di questo world boss: all’interno della mappa interessata si attiverà l’open PvP tra tutti i giocatori partecipanti. Anche se in una piccola porzione di mappa e solo per alcuni secondi, il sogno di molti player competitivi è diventata realtà nell’open world.

Cosa ne pensate di tutte queste notizie?

 

Fonte 1, Fonte 2, Fonte 3

 

Placeholder for advertising

Un pensiero su “Guild Wars 2: è tempo di bilanci e di tornei svizzeri

  1. Lorenzo "Plinious" Plini

    Non smetterò mai di pensare che, secondo me, ci voleva una nuova espansione. Questa Icebrood Saga ha lasciato molti giocatori freddi, e dal punto di vista commerciale mi sembra un evidente fallimento. Sono affezionato a GW2, ma ArenaNet si deve svegliare un po’.

Rispondi