MMO.it

World of Warcraft Classic: live la fase 2 con il sistema di honor PvP

World of Warcraft Classic: live la fase 2 con il sistema di honor PvP

Come ormai risaputo, la progression dei server di World of Warcraft Classic è divisa in sei fasi. Durante la BlizzCon 2019 il game director Ion Hazzikostas ha annunciato che la fase 2 sarebbe iniziata ufficialmente il 12 novembre, e così è stato.

Questa fase mette a disposizione dei giocatori nuovi contenuti, come il sistema di honor PvP e i world boss Azuregos e Kazzak. Non vengono dunque aggiunti nuovi raid, ma è stato introdotto l’Honor System PvP con vari gradi e ricompense.

“Se avete ancora quest da finire a Hillsbrad Foothills, vi raccomando di completarne qualcuna” aveva dichiarato a inizio novembre Hazzikostas, consapevole che con l’aggiunta del sistema di onore PvP molte zone contese tra Orda e Alleanza sarebbero diventate un vero e proprio campo di battaglia.

La fase 2 ha poi visto la completa eliminazione del layering, il sistema che nei mesi scorsi ha dato origine ad un pesante exploit. Per chi non lo sapesse, il layering è una tecnologia che crea nuove copie del mondo di gioco in cui distribuire l’afflusso di utenza a mano a mano che i server si riempiono, ma con la diminuzione della popolazione giocante non è più necessario. Ora ogni server presenta quindi un solo layer (potremmo chiamarlo “istanza”) del mondo di Azeroth.

Ricordiamo inoltre che a ottobre è stato aperto Dire Maul (in italiano Maglio Infausto), vasto dungeon situato a Feralas per i giocatori di livello superiore al 50, mentre paladini e warlock possono intraprendere la quest per ottenere la loro mount di classe.

Di seguito potete vedere il nostro ultimo streaming del titolo, interamente dedicato a Uldaman. Voi avete ancora interesse in World of Warcraft Classic?

 

 

Fonte 1, Fonte 2

 

Placeholder for advertising

Rispondi