MMO.it

Proteste in favore di Hong Kong davanti ai cancelli della BlizzCon 2019

Proteste in favore di Hong Kong davanti ai cancelli della BlizzCon 2019

Anche in occasione della BlizzCon 2019 continua la querelle circa la decisione di Blizzard di sospendere il giocatore professionista Chung “Blitzchung” Ng Wai. Il giocatore è reo di aver manifestato il proprio sostegno a Hong Kong alla fine del torneo Grandmasters di Hearthstone.

Come annunciato nelle scorse settimane, durante la cerimonia d’apertura molti attivisti dell’organizzazione no-profit Fight for the Future si sono mobilitati per distribuire, ed invitare a indossare durante le varie conferenze, magliette rappresentanti Mei, personaggio di Overwatch diventato simbolo della protesta, mentre sventola una bandiera di Hong Kong.

Le rivendicazioni di Fight for the Future sono mirate ad ottenere la libertà d’espressione ed i diritti civili senza causare danni nei confronti del personale e dello staff di Blizzard.

All’inizio della cerimonia d’inaugurazione il presidente Blizzard J. Allen Brack ha speso qualche minuto per fare delle dichiarazioni sull’argomento affermando:

Blizzard had the opportunity to bring the world together in a tough Hearthstone E-sports moment about a month ago. We did not. We moved too quickly in our decision-making and then to make matters worse, we were too slow to talk to all of you.” […] “When I think about how most unhappy I am, I think about two things. We didn’t live up to the higher standards we set for ourselves. Second, we failed in our purpose. For that, I am sorry, and I accept accountability.”

In conclusione, Brack sembra essersi assunto tutta la responsabilità degli eventi accaduti in questo mese. Dal suo messaggio si percepisce inoltre l’intenzione da parte di Blizzard di rispettare il diritto di ogni giocatore ad esprimersi.

Tante belle parole, ma sul lato pratico è ancora tutto da vedere. Vi lasciamo con il discorso integrale di J. Allen Brack.

 

 

Fonte 1, Fonte 2, Fonte 3

 

Placeholder for advertising

Un pensiero su “Proteste in favore di Hong Kong davanti ai cancelli della BlizzCon 2019

  1. Indiana Pipps

    Quoto da youtube

    “We didn’t live up to the high standards that we really set for ourselves” I didn’t know that respecting human rights was considered as “high standards”.

Rispondi