MMO.it

Raph Koster: il papà di Ultima Online e Star Wars Galaxies parla del suo nuovo MMORPG

Raph Koster: il papà di Ultima Online e Star Wars Galaxies parla del suo nuovo MMORPG

A inizio ottobre vi abbiamo parlato di Raph Koster, lead designer di Ultima Online e creative director di Star Wars Galaxies, e più in generale grande esperto di MMO e mondi virtuali. Il veterano dell’industria ha infatti annunciato di essere al lavoro su un nuovo MMORPG insieme allo studio da lui fondato, Playable Worlds.

In una recente intervista col portale Gamasutra, Koster ha spiegato perché è tornato allo sviluppo attivo. Si tratta di un’interessante lettura, in cui il game designer discute la sua filosofia e quelle che per lui sono le meccaniche imprescindibili degli MMO.

Nel caso in cui non possiate o vogliate leggerlo tutta, vi riportiamo qualche estratto dell’intervista in italiano, a partire dai motivi del suo ritorno sulle scene:

“Mi era molto chiaro che molte delle cose fondamentali degli MMO stessero diventando la norma. Queste sono tutte cose a cui ho pensato per molto tempo, mentre creavo giochi. Quindi mi è sembrato davvero che fosse il momento giusto; il pubblico era pronto, la tecnologia era lì… sembrava proprio che tutto stesse per succedere, e aveva senso”.

Playable Worlds ha già raccolto 2,7 milioni di dollari solo come investimento iniziale per lo sviluppo di questo nuovo MMORPG: Koster dice di voler applicare le lezioni che ha imparato negli anni, concentrandosi sulle dinamiche sociali e sul modo in cui i giocatori interagiscono.

“Ci sono così tanti modi di esistere e interagire in questi mondi alternativi e immaginari, che dire che il combattimento sia l’unica via è molto riduttivo. Abbiamo appena iniziato a prendere quella lezione; per me è stata una lezione che abbiamo imparato con Ultima Online.”

Koster intende prevenire i comportamenti tossici, non tanto punendo chi ucciderà gli altri giocatori in PvP, ma premiando i comportamenti positivi e costruttivi, che aiutano a creare un legame e un senso di comunità tra i player.

Per quanto riguarda i ruoli che sarà possibile interpretare all’interno del gioco:

“Quando pensiamo al sogno di un mondo alternativo parallelo, vogliamo che ci siano bibliotecari. Vogliamo che ci siano falegnami. Vogliamo che ci siano agenzie di stampa e giornalisti. E tutte queste persone portano valore reale. Tutti contano.”

Quello che Playable Worlds sta sviluppando sarà dunque un MMORPG sandbox. D’altronde basta guardare all’intera carriera di Raph Koster, da Ultima Online a Star Wars Galaxies fino a Crowfall, per capire che la sua visione ruota attorno a giochi dal gameplay libero.

Al momento le dichiarazioni del designer americano restano comunque vaghe: non sappiamo ancora come si chiamerà questo nuovo MMO né dove sarà ambientato, ma vi terremo aggiornati in caso di novità.

Ricordiamo infine che Koster ha scritto due libri, A Theory of Fun for Game Design e Postmortems: Selected Essays Volume One (di quest’ultimo vi abbiamo parlato nel nostro speciale Letture consigliate).

 

Raph Koster ultima online star wars galaxies

Fonte 1, Fonte 2

 

Placeholder for advertising

Rispondi