MMO.it

Guild Wars 2: svelate nuove rivelazioni su The Icebrood Saga

Guild Wars 2: svelate nuove rivelazioni su The Icebrood Saga

In un’intervista rilasciata a Mein-MMO, Mike Zadorojny di ArenaNet ha rivelato nuove informazioni su The Icebrood Saga, la Season 5 del Living World di Guild Wars 2. Con il lancio della nuova stagione che avverrà il 17 settembre con il prologo “Bound by Blood”, il game director ha parlato di alcuni dettagli e della cadenza delle release.

In merito alla nuova minaccia di Jormag e del suo esercito di Icebrood, Big Z ha parlato di come la nuova saga si differenzi dalle precedenti. In termini di struttura ed innovazione, The Icebrood saga sarà molto più vicina ai primi Living World di Guild Wars 2:

“Non aspettatevi una nuova mappa con ogni aggiornamento. Lavoreremo su quelle esistenti espandendole. Saranno introduzioni simili alla Living Season 2 ma con cambiamenti più grandi e significativi rispetto alle zone di allora. […]
Inizieremo con una nuova grande mappa e realizzeremo alcune cose mai fatte prima d’ora.”

Secondo Zadorojny la prima Living Season è stata di grande ispirazione perchè ha divertito e tenuto impegnata la community. Ci saranno cambiamenti anche nel modo in cui verranno raccontate le trame. Su questo il game director fa un esempio specifico:

“Nella seconda stagione abbiamo visto Belinda che è stata introdotta ed uccisa poco dopo. Qualcosa di simile è successo a Blish nella quarta stagione, anche se il personaggio è stato più sviluppato.”

La storia verrà dunque raccontata in modo diverso, cambierà positivamente perchè più mirata, come lo era agli inizi. Mike continua dicendo: “Se siete fan di Marjory e Kasmeer, sarete felici del loro ritorno. Le abbiamo viste scomparire in Path of Fire, ma torneranno in The Icebrood Saga”.

L’arco narrativo sarà a tinte scure e, pare, “in stile Cthulu”. Sarà quindi molto appropriato, soprattutto per Marjory che, in quanto negromante, avrà la giusta scena.

 

Guild Wars 2 The Icebrood Saga. Marjory e Kasmeeer torneranno nella prossima Living Season.

Riguardo alla cadenza delle uscite, Zadorojny risponde che i team vogliono essere più veloci rispetto ai 2-3 mesi d’attesa delle vecchie stagioni e che come obiettivo hanno quello di introdurre nuove attività da giocare ogni mese. Eventi simili ai festival visti questa estate o ai Bonus Event come quello dei World Boss. Si tratta di eventi che aiutano a mantenere l’interesse dei giocatori, come quello attualmente attivo che dà il doppio dell’esperienza alle mastery delle due espansioni.

Sulla base delle affermazioni del game director, il sito tedesco stima che il calendario degli aggiornamenti per Guild Wars 2 potrebbe essere questo:

  • Prologo “Bound by Blood” il 17 settembre
  • Halloween ad ottobre
  • Primo episodio per novembre
  • Wintersday a dicembre

 

Zadorojny continua dicendo che con Bound By Blood verranno introdotte delle innovazioni. Tutto però partirà con il primo episodio che uscirà sicuramente entro il 2019 con un mappa che ci porterà nelle Northern Shiverpeak. Il game director assicura che saranno scenari molto belli e che il team artistico si è ispirato ai vecchi scenari del primo Guild Wars.

Cambiando argomento Big Z parla dei nuovi World Boss. Drakkar, che è stato svelato durante la conferenza stampa del 30 agosto, sarà molto più difficile di quelli presenti in gioco. Inoltre:

“Lo Shatterer di Jahai Bluffs è stato una fase mediana. È difficile ma non quanto l’Evolved Wurm della giungla. Il nuovo boss sarà più grande e riunirà molti giocatori.”

Drakkar non si troverà nelle prime mappe, ma probabilmente sarà rilasciato nel secondo episodio. Per quanto concerne le Strike Mission a differenza dei World Boss, 10 giocatori dovranno sconfiggere un nemico molto impegnativo:

“Le Strike Mission sono contenuti istanziati e possono essere affrontati in due modi. Nel caso si voglia semplicemente combattere si verrà abbinati ad altri giocatori come per l’evento contro i Rift Stalker. Nel secondo modo si entrerà separatamente scegliendo il proprio team, in modo da affrontarlo con un gruppo più piccolo.”

Come aggiunta finale Zadorojny afferma che stanno lavorando a nuovi Fractal e nuovi Raid. Per quanto riguarda questi ultimi si parla di un sistema di challenge mode ripetibili, ma al momento non sono state rilasciate informazioni pubbliche. Concludendo ArenaNet si è detta soddisfatta del Living World e del suo modello di pubblicazione, ma non esclude espansioni a pagamento in futuro come detto in una precedente intervista.

Di seguito potete vedere il teaser trailer di The Icebrood Saga. Cosa ne pensate delle nuove dichiarazioni di Mike Zadorojny?

 

 

Fonte 1, Fonte 2

 

Placeholder for advertising

2 pensieri su “Guild Wars 2: svelate nuove rivelazioni su The Icebrood Saga

Rispondi