MMO.it

Guild Wars 2: NCsoft parla di ArenaNet e un progetto mobile

Guild Wars 2: NCsoft parla di ArenaNet e un progetto mobile

Durante la presentazione dei bilanci del secondo trimestre, NCsoft ha risposto ad alcune domande degli azionisti su Guild Wars 2. La compagnia sudcoreana ha dichiarato che ArenaNet farà delle revisioni interne su alcuni progetti in via di sviluppo, tra i quali ce ne sarebbe anche uno mobile.

Non è la prima volta che questa tipologia di prodotto per Guild Wars 2 viene nominato, ma pare che col passare del tempo si sia arenato più volte. All’inizio del 2019, dopo i licenziamenti di massa nella casa produttrice di Bellevue, abbiamo appreso che tra i progetti annullati c’era un prodotto mobile che non sarebbe mai uscito.

Questa notizia ha destato una notevole curiosità in tutta la community di Guild Wars 2, che ha iniziato a chiedersi quali fossero i dettagli sul progetto in cantiere sviluppato parallelamente al Living World. Le informazioni trapelate nella conference call non cancellano la possibilità che esistano dei prototipi per smartphone inerenti al titolo, che però al momento difficilmente vedranno la luce. In altre parole, ArenaNet starebbe ancora valutando una possibile versione mobile del suo MMORPG fantasy.

Molti si augurano che Ncsoft, dopo la ristrutturazione di ArenaNet, abbia reindirizzato tutte le energie disponibili su Guild Wars 2, per ridare nuova linfa ad un titolo solido ma che mostra i segni del tempo. La speranza è che si possa riaccendere l’entusiasmo della community con la presentazione della nuova Living Season 5, prevista per il prossimo 30 agosto.

Voi cosa ne pensate di un prodotto mobile a tema Guild Wars?

 

Guild Wars 2 arenanet ncsoft

Fonte 1, Fonte 2

 

Placeholder for advertising

2 pensieri su “Guild Wars 2: NCsoft parla di ArenaNet e un progetto mobile

  1. Izio Settanta

    Stanno perdendo terreno…il gioco vende poco, non so quanto durerà ancora ce bisogno di una nuova versione. Forse possono fare 2 soldi se fanno la versione Gw2 per console, come ci si stanno buttando in molti.

Rispondi