MMO.it

EA promette che non abbandonerà Anthem nè BioWare

EA promette che non abbandonerà Anthem nè BioWare

In una lunga intervista ai microfoni di GameDaily.biz Andrew Wilson, il CEO di Electronic Arts, ha parlato di Anthem, ammettendo che il gioco ha dei problemi e non sta funzionando come previsto, ma anche promettendo che BioWare continuerà ad ascoltare i giocatori e supportare il titolo.

Ad appena quattro mesi dal lancio l’action RPG online di stampo sci-fi sta incontrando grosse difficoltà nel mantenere l’interesse del pubblico, che sembra essere già passato su altri lidi. Al momento la situazione è molto negativa se consideriamo che stiamo parlando di un Game as a Service, un prodotto pensato per durare nel tempo, e i continui ritardi di BioWare sulla tabella di marcia certo non aiutano a migliorare il quadro.

L’amministratore delegato di EA ha spiegato che l’obiettivo iniziale era unire in un unico gioco la narrazione per cui BioWare è famosa e i contenuti di un action adventure. “La promessa era di riuscire a farli funzionare assieme, ma sembra che non stia andando molto bene“, ha ammesso Wilson, per poi ampliare il discorso al pubblico videoludico: “Avremo il nostro pubblico affezionato a BioWare che è stato con noi per molto tempo. Ci sono poi ragazzi di 12 anni che non c’erano quando lo studio ha cominciato a sviluppare giochi: loro hanno altre aspettative su cosa sia un gioco BioWare e come dovrebbe essere contestualizzato nell’odierno mercato videoludico”.

“Di conseguenza BioWare deve evolversi, espandersi e testare l’elasticità di quel marchio”, ha aggiunto Wilson. Secondo EA il progetto Anthem presenta ancora un grande potenziale inespresso, che potrebbe venir fuori con i futuri aggiornamenti gratuiti: “Gli elementi base del gioco sono avvincenti. Un’IP come Anthem nasce per esprimersi e funzionare in un ciclo che va dai 7 ai 10 anni. Quindi, anche se non ha avuto la partenza che molti di noi volevano, inclusi i nostri giocatori, penso che questo team realizzerà davvero qualcosa di grande e di speciale, perché ha dimostrato di poterlo fare”.

Infine, Wilson ha rassicurato sul fatto che la compagnia americana crede ancora in Anthem e non ha intenzione di abbandonare BioWare: il futuro della software house canadese sarebbe quindi al sicuro, nonostante la chiusura di BioWare Montreal nel 2017. “I team di BioWare continueranno a venire al lavoro ogni giorno, ad ascoltare quello che i giocatori vecchi e nuovi hanno da dire e a tentare di mantenere le promesse che hanno fatto. Questo è ciò che vedrete con Anthem”.

Il problema con queste dichiarazioni è sempre lo stesso: tante belle parole, ma servono i fatti. Già all’ultimo E3 il lead producer Ben Irving ha promesso che Anthem ha un futuro e continuerà ad essere aggiornato, ma finora non si è visto nulla se non Cataclisma, evento che chi ha potuto provare in anteprima ha già definito deludente. Gli utenti stanno aspettando da mesi update che introducano nuovi contenuti endgame e ripensino completamente il loot system.

Cosa ne pensate delle dichiarazioni di Wilson? BioWare riuscirà a salvare Anthem dall’oblio?

 

Fonte

 

Taggato con: , ,

Placeholder for advertising

Un pensiero su “EA promette che non abbandonerà Anthem nè BioWare

Rispondi