MMO.it

Bless Online uscirà il 28 maggio su Steam, svelato il prezzo e tutti i dettagli

Bless Online uscirà il 28 maggio su Steam, svelato il prezzo e tutti i dettagli

Nelle scorse ore Neowiz ha finalmente svelato con uno streaming ufficiale tutti i dettagli su Bless Online e il suo lancio su Steam.

L’atteso MMORPG fantasy uscirà il 30 maggio in Early Access a $29.99, ma chi acquisterà un Founder’s Pack otterrà due giorni di headstart e potrà quindi iniziare a giocare dal 28 maggio.

Neowiz ha detto di aver ascoltato i feedback della community e per questo ha deciso di optare per il buy-to-play. Il gioco andrà quindi acquistato e sarà poi presente una soft subscription, ovvero un abbonamento opzionale.

Il team di sviluppo ha pubblicato tre nuovi video. Il primo è un trailer realizzato con il motore di gioco, il secondo è un teaser trailer sul lore di Bless e il terzo video mostra come è stato migliorato il combat system rispetto alla versione originale del gioco.

 

 

Tutte le edizioni

Sarà possibile scegliere fra tre Founder’s Pack di Bless Online su Steam:

  • Standard Edition ($39.99): 30 giorni di Premium inclusi
  • Deluxe Edition ($69.99): 60 giorni di Premium inclusi, 2450 Lumena e varie skin per mount e pet
  • Collector’s Edition ($199.99): 90 giorni di Premium inclusi, 3800 Lumena, una copia omaggio del gioco e varie skin per mount, pet, armi e costumi

Il Lumena è la valuta da acquistare con denaro reale, tramite cui si potranno comprare oggetti cosmetici e di convenienza nello shop.

Il team ha dichiarato di aver scelto Steam come piattaforma di lancio in modo da poter raggiungere più giocatori possibili. Gli sviluppatori hanno ribadito che eviteranno qualsiasi forma di pay-to-win: anche chi acquisterà la Collector’s Edition riceverà vari oggetti cosmetici, ma non avrà alcun vantaggio all’interno del gioco.

 

 

Nuovi dettagli su Bless Online

Il team ha poi svelato molte informazioni inedite sui contenuti disponibili al lancio. Sappiamo che inizialmente il livello massimo sarà il 45. Saranno presenti sette razze (Habicht, Amistad, Lupus, Pantera, Sylvan Elf, Aqua Elf e Mascu) e cinque classi (Guardian, Berserker, Paladin, Mage e Ranger).

Gli sviluppatori si sono detti orgogliosi del nuovo sistema di combattimento, che è stato pesantemente cambiato rispetto alla versione orientale: il combat system attuale è più action e dinamico, presenta diverse combo e abilità completamente riviste. Queste skill potranno essere aumentate di livello, acquistando così dei nuovi effetti (un po’ come capita con il morphing delle abilità in The Elder Scrolls Online).

Nel mondo di gioco saranno presenti molte attività PvE, come dungeon, raid e world boss. Ogni razza inoltre offrirà una propria linea di quest uniche.

Non mancheranno neanche diversi contenuti PvP. I giocatori competitivi potranno ad esempio dedicarsi al PvP open world, alle arene e agli assedi ai castelli. Le gilde avranno poi accesso al GvG, dove dovranno battersi per il controllo territoriale. Le guerre tra gilde forniranno degli influence point che potranno essere spesi per acquistare ricompense speciali, come cavalcature volanti.

Per quanto riguarda il taming, ogni creatura nel mondo di gioco potrà essere addomesticata. Per tamare un animale servirà una taming scroll, un oggetto consumabile che farà partire un mini-game di difficoltà variabile: se il giocatore completerà la sfida con successo allora potrà tamare la creatura in questione.

L’Early Access rappresenta solo l’inizio del percorso di Bless Online: gli sviluppatori prevedono di programmare aggiornamenti mensili per migliorare le meccaniche di gioco e introdurre nuovi contenuti. Segnaliamo infine che Bless Online non sarà tradotto in italiano.

 

 

Fonte 1, Fonte 2

 

Placeholder for advertising

9 pensieri su “Bless Online uscirà il 28 maggio su Steam, svelato il prezzo e tutti i dettagli

  1. Marco

    Credo che la colpa sia fondamentalmente la nostra.
    Il mercato si è lamentato per il canone dei giochi online, già come se 12 / 15 euro, ti potessero cambiare la vita. Magari in qualche caso si, ma non per una persona che ha la possibilità di permettersi un computer da gaming ed una linea internet.

    Era chiaro che nel momento in cui si elimina il canone i soldi devono arrivare da altre parti. Non sono onlus le società che gestiscono gli MMO.

    Il problema che ad oggi i migliori giochi online sono quelli con un canone per quanto la gente ne dica. Vedi Wow e Final Fantasy. Tutti gli altri compromessi sono dei fallimenti, o quasi.

    Il cambiamento epocale del Free to Play, è solo un mero miraggio di qualcosa che non può esistere.
    Ad oggi, escono tutti titoli dove è richiesto tempo. La capacità nel giocare diventa elemento di contorno.
    Quindi le società che li gestiscono offrono scorciatoie per guadagnare tempo. Ma la cosa che più è incredibile che alla fine della fiera, se si fanno i conti fatti bene, i giocatori spendono ben più delle 12 vecchie euro di canone.

    Meditate fanciulli Meditate.

    A proposito, magari in Bless c’è un gioco a differenza di BDO dove unica cosa che buoi fare è spammare abilita a mozzo per grindare, o killare un world boss random.
    Voglio sperare che in bless il gameplay sia simile a Wow, dove per giocare occorra un tank un healer e 2/3 Dps.

  2. seyfer

    Premium and packs

    – Base pack costs 29.99 and will be available to access game on may 30th 10am PDT/16:00 GMT
    – Founder packs cost: $39.99 USD;$69.99 USD;$199.99 USD and will have access since may 28th 10am PDT/16:00 GMT
    – Founder packs are upgradeable
    – Only two servers available at the start: Virginia for NA and Frankfurt for EU (locations, not server names), they are planning to open language servers such as german
    – Collectors founder pack adds premium customer support – priority over everyone else in support ticket queue
    – No cash shop implemented in press preview but it will have boosts. Apparently pvp tokens are also there
    – Premium membership adds additional items into cash shop – pets, costumes, consumables and is available in monthly packs (30d etc)
    – There is gem conversion (ingame tokens into lumena (premium currency)) – kind of like GW2 but only in one way (token>gem)
    – There are backpack/inventory expanders
    – Collector’s edition has 1 gift code which ALSO HAVE HEAD START
    – No words whether cash shop items are sellable on auction house
    – Pet skill reroll and dungeon entry scrolls are not available in NA release.
    – Character slots are available in cash shop
    – No dungeon reset scrolls in cash shop
    – No items to decompose equipment to get enhance materials back
    – Mount skins available with premium service
    – Comsumable items that help gathering
    – They will release additional info on premium service. TBA

  3. Pippus

    Che senso ha chiamarlo Founder Pack se esce quando il gioco è già in fase di release… è più un “ci facciamo una montagna di soldi sopra con gli shopponi!

    Founders significa che hai contribuito, con il tuo sostegno economico, allo sviluppo del gioco. Sta cosa è la nuova frontiera del spilliamo soldi dagli ignoranti

  4. Daniele Micela

    infatti mi chiedevo pure io come puoì promettere che il gioco non è p2w ma nello stesso tempo mi inserisci 2 contenuti che nel mondo del gioco online sono sempre stati dedicati al p2w parlo del premium e dei lumenia.

    1. EARLY ACCESS WORLD

      Allora qui vorrei spendere una parola in difesa di questa copia del classico dei piu’ classici MMorpg Koreani visto e stravisto con shop annesso…..e’ presto per criticarlo come p2win, bisogna vedere se alla fine sara’ un open pvp, se alcune delle zone piu’ densamente piene di loot di alto livello siano open pvp, e se soprattutto a detta loro la roba estetica non abbia anche celato al suo interno bonus atti ad aumentare valori di combattimento.
      Quindi anche se ormai avete capito benissimo il mio disappunto per queste copie koreane continue e senza sosta che escono ormai ogni 2 mesi, Bless per ora a mio parere non puo’ essere considerato p2win.
      Certo pero’ e’ che come al solito, e come avevo predetto settimane fa, ormai tutti e dico tutti sono cosi’ nessun mmo puo’ sostenere spese di manutenzione server e programmatori solo con le vendite del gioco.
      Quindi bisogna mettersi l’anima in pace che ogni mmo in uscita sia free che pay2play prima o poi dovra’ per forza di cose mettere shop interni, con bonus e non…..e allora sorge spontanea la domanda…..ma perche’ quindi continuare a comprare o scaricare l’mmo di turno che per di piu’ il 99% ormai neanche si differenzia piu’ di tanto, sapendo poi che tanto o si spende o non si diventa competitivi??…..non e’ meglio fermarsi ad uno visto anche che poi le spese si moltiplicherebbero a dismisura e non si diventerebbe forti ne su uno ne su l’altro? soprattutto forte del fatto che tanto quello che gia’ si ha e dove magari ci si e’ speso pure qualcosina in piu’ non ha niente da invidiare al nuovo arrivato vista praticamente la somiglianza estrema tra i due?

  5. EARLY ACCESS WORLD

    ECCOLO QUI……PREMIUM PACK, i LUMENA e altre amenita’ del genere…..eheheheeh promettono che non sara’ pay to win……pero’ ragionando in effetti come su Avatar se non c’e’ l’open pvp diciamo che non si puo’ considerare tale, come vedete sono giusto con tutti, ma anche qui come in tutti e dico tutti gli mmorpg in circolazione (tranne wow) hanno lo shop interno…..il problema si pone del perche’ shoppare qui e non su Black Desert online ad esempio, se tanto alla fine e’ una fotocopia??….perche’ giocare sto titolo del tutto simile e spenderci anche denaro vero per cosemtici e altro?…..tanto ci sono altri 100 giochi uguali con shop incluso, questo che novita’ apporta realmente? a si la grafica molto curata, bello si si anche se non credo possa comunque competere con Black Desert Online e forse neanche con ESO…….quindi qual’e’ l’effettiva novita’ su questo titolo? comunque per ribadire il concetto se non c’e’ open pvp non si puo’ di certo chiamarlo pay to win anche questo, semmai pay to dressing……XD

    1. Braghez

      Beh, il P2W non si trova solo in ambiti PvP.
      Spesso questi giochi koreani finiscono nella trappola degli upgrade…vuoi quella bella arma +15 ? Bene, spendici la vita a farmare o passa la cartina di credito e proteggi il tuo upgrade !
      Questo però comporta vantaggi anche nel pve….se hanno millemila atk/gearscore chi pigliano per un raid/dungeon ? Me povero barbone con gli equip pacco, o il whale che fa il doppio del mio danno ? XD

      Comunque per adesso sono d’accordo con te. Non mi pare offrire nulla do sensazionale rispetto agli altri titoli famosi in giro…ed essendo di matrice koreana c’è sempre il rischio del grind assurdo e del p2w dopo qualche mese dal lancio.

Rispondi