ORCS MUST DIE! UNCHAINED – RECENSIONE

ORCS MUST DIE! UNCHAINED – RECENSIONE

L’Orcs Must Die originale uscì in un periodo in cui il genere tower defense stava cercando di espandere il proprio mercato da un mercato prettamente mobile e browser game al più nutrito mercato PC. Il titolo riuscì a distinguersi nel suo genere (per quanto di nicchia) per la spiccata ironia e l’approccio action, applicato in modo naturale alle meccaniche tower defense.

Col secondo capitolo, i ragazzi di Robot Entertainment hanno sperimentato aggiungendo alla formula una componente co-op. Con Orcs Must Die! Unchained, hanno portato ad un livello superiore le potenzialità multigiocatore della saga trasformando il titolo in un free to play completamente online. Il risultato finale è una gradita sorpresa.

Orcs Must Die! Unchained può essere scaricato gratuitamente via Steam. Vi ricordiamo inoltre che è ancora attivo il nostro giveaway, che vi permette di sbloccare un bonus in-game del valore di oltre 15$!

 

Orcs Must Die Unchained Orcs Must Die! Unchained

Massacriamoli tutti

Il gameplay loop di Orcs Must Die! Unchained rimane pressochè inalterato rispetto ai predecessori. Abbiamo un portale da difendere contro un predeterminato numero di ondate di orchi e altre creature malefiche. I giocatori hanno a propria disposizione un nutrito arsenale di trappole, creature guardiane e abilità per tenere a bada i nemici. Piazzare le trappole ha un costo quindi bisogna essere oculati nella scelta del proprio arsenale (bilanciando la potenza con il prezzo) e, soprattutto, nella scelta di dove piazzare i trabocchetti.

Ogni sfida del gioco va affrontata da un team di tre eroi scelti dai player tra il nutrito roster di sedici personaggi disponibili. C’è da dire che gli sviluppatori hanno fatto un ottimo lavoro nel design degli eroi: ognuno di essi infatti ha uno skillset unico che gli permette di essere utile in situazioni diverse rispetto ai colleghi. Oltre ai classici Maximillian e Gabriella abbiamo eroi come Midnight, una fragile ladra felina ma in grado di fare molti danni a target singolo, Temper, un minotauro resistente e specializzato nel crowd control, lo stregone Oziel e così via. Ognuno di questi eroi può essere sbloccato tramite valuta in-game o con valuta premium acquistabile con soldi reali.

 

Orcs Must Die Unchained Orcs Must Die! Unchained

Una così grande possibilità di scelta di personaggi giocabili, unita alle numerosissime combinazioni di trappole che si possono scegliere prima di ogni match, donano a Orcs Must Die! Unchained molta rigiocabilità. Ciò è un grossissimo punto a favore del titolo in quanto uno dei lati negativi del genere tower defense è proprio la ripetitività insita nelle meccaniche di base (piazza le trappole, uccidi l’ondata, ripeti all’infinito). Avere una così nutrita scelta di personaggi differenti e interessanti con abilità uniche (e potenziabili nel corso della partita) diventa la chiave per dare un’aria di unicità ad ogni game. Se poi consideriamo che in ogni partita ci sono tre giocatori, la possibilità di concatenare combo di abilità e trappole aumenta esponenzialmente.

Intendiamoci, stiamo comunque parlando di un tower defense, quindi può esserci varietà solo fino ad un certo punto. Tuttavia giocare a Orcs Must Die! Unchained con un gruppo di amici può facilmente regalare ore e ore di divertimento.

Oltre alla modalità Battleground, che fornisce l’esperienza classica della saga, Orcs Must Die! Unchained offre anche una modalità denominata Sabotage. Si tratta di un PvP indiretto in cui due squadre hanno ognuna un Rift da difendere, con lo scopo di resistere più a lungo della squadra avversaria. I team possono, ad ogni ondata nemica, scegliere dei malus (mostri più potenti, debuff, ecc.) da mandare al team nemico per mettergli il bastone tra le ruote.

Arrivano inoltre la modalità Endless, un survival in cui ci si trova ad affrontare ondate di nemici infinite, e una Weekly Challenge la cui natura e regole cambiano di settimana in settimana.

 

Orcs Must Die Unchained Orcs Must Die! Unchained

Oh My God! Unchained

Abbiamo accennato al fatto che Orcs Must Die! Unchained è free to play, quindi è lecito aspettarsi delle microtransazioni. Fortunatamente, il modello economico del gioco sembra solido e non sfocia nel pay to win.

Esistono due tipi di valuta: una acquisibile in-game ed una acquistabile con denaro reale. Gli unici oggetti acquistabili solo con denaro reale sono le casse del tesoro contenenti skin ed oggetti cosmetici. Tutti gli altri oggetti (eroi e casse del tesoro normali) possono essere acquistati con entrambe le valute. È da segnalare che le casse del tesoro contengono anche delle parti di trappole, utilizzabili per far aumentare di livello le proprie trappole o aggiungere altri effetti: di conseguenza, chi ha la possibilità di acquistare le casse con denaro reale può sulla carta potenziare il proprio arsenale più rapidamente. In realtà, per via della natura casuale dei drop e per il fatto che si possono portare solo un determinato numero di tipi di trappole con sé ad ogni match, il vantaggio per chi shoppa diventa molto risicato.

Inoltre il gioco è molto generoso ad elargire casse con quest e ricompense di login, quindi anche con la sola valuta in-game si riesce a portare avanti il proprio armamentario. Senza contare che il titolo è essenzialmente PvE, dunque il vantaggio di chi mette mano al portafogli si limita a poter accedere prima a scenari di difficoltà più elevata.

Dal punto di vista tecnico, Orcs Must Die! Unchained è gradevole ma non eccelle in nessuna delle sue componenti. La grafica cartoonesca, per quanto non molto dettagliata, risulta piacevole agli occhi e riesce con la sua accattivante semplicità a non annoiare, nonostante qualche animazione legnosa. Il sound design è buono ma non memorabile e alle divertenti linee di dialogo tra gli eroi accosta una colonna sonora capace di dare adeguato risalto alle atmosfere di gioco.

 

 

Powered by WP Review

Placeholder for advertising