INTERVISTA AL DIRECTOR DI NEW DAWN – UN NUOVO SURVIVAL ITALIANO

INTERVISTA AL DIRECTOR DI NEW DAWN – UN NUOVO SURVIVAL ITALIANO

New Dawn è un survival sandbox multiplayer indie di cui abbiamo già parlato la settimana scorsa. Ambientato su un’isola del Sud America, New Dawn è sviluppato dalla software house italiana e-Visualsoft ed è attualmente in pre-alpha. La prossima settimana inizierà una campagna di finziamento su Kickstarter per New Dawn.

Oggi siamo con Tedesco Giorgio, game director presso e-Visualsoft, per parlare del gioco, delle sue meccaniche e dell’imminente campagna di crowdfunding.

UPDATE: è ora live la campagna Kickstarter di New Dawn.

 

Una nuova alba

MMO.it: Ciao! Inannzitutto parlaci un po’ di voi. Quanti siete e da quanto state sviluppando New Dawn?

Tedesco: Il Team è composto da 8 sviluppatori e società esterne con cui collaboriamo e che hanno alle spalle molti anni di esperienza e successo nel mondo dei videogame. Siamo a lavoro su New Dawn da 18 mesi circa.

MMO.it: Mi hai detto che nel vostro team sono presenti anche sviluppatori veterani che hanno contribuito a diversi giochi tripla A. Facci qualche titolo!

Tedesco: Questi sono alcuni titoli dei nostri sviluppatori:

  • Battlefield 2 (Modern Combat)
  • Colin Mcrae
  • Toca Race Drive 3
  • Asterix & Obelix XXL2

MMO.it: Finora avete usato solo fondi privati per sviluppare il gioco? Avete un publisher o comunque dei finanziatori, o siete completamente indipendenti?

Tedesco: New Dawn è nato come progetto comune, vogliamo che il progetto sia interamente finanziato e sviluppato dalla community. e-Visualsoft è uno studio indipendente, che ha avuto sostegno esclusivamente dai fondatori dello studio a fondo perduto. Questo ci ha permesso di sperimentare nuove meccaniche e di allargare in modo notevole la nostra visione e portare una vera innovazione che nel mondo dei Sandbox serviva.

 

New Dawn

 

MMO.it: Una domanda di contestualizzazione storica. Quando ho letto che New Dawn è ambientato alla fine del 1800 sono rimasto stupito: pirati e tribù di indigeni vengono solitamente associati a un periodo storico precedente, diciamo tra il XVII e il XVIII secolo. Come mai questa scelta di ambientare il gioco alla fine del XIX secolo?

Tedesco: Questo perché abbiamo intenzione di aggiungere armi da fuoco semi-automatiche (Bergmann, Colt Dragoon, Henry del 1860) e strutture “moderne”.

MMO.it: A quali opere, libri, film o fumetti vi siete ispirati per la creazione del setting di New Dawn?

Tedesco: Abbiamo avuto un sacco di riferimenti su Internet. Per lo più articoli, capitoli scientifici sugli indiani, ma anche storie di nativi per studiare la loro cultura. Con i pirati ci sono stati anche meno problemi. Dopo “Pirati dei Caraibi” questo tema era ed è ancora molto popolare. Per i riferimenti visivi e ispirazioni abbiamo anche guardato la serie “Black sails”. Siamo andati a visitare alcuni castelli sulle isole dell’Italia appartenenti all’arcipelago delle isole Flegree, in cui ci sono state delle battaglie e conquiste dei pirati nel medioevo.

MMO.it: Dunque sappiamo che i giocatori vestiranno i panni di nativi americani in un mondo tribale. Saranno presenti degli elementi soprannaturali?

Tedesco: No, non ci sono elementi fantasy.

MMO.it: New Dawn presenta qualche unicità o diversità rispetto al genere dei survival sandbox? E se sì quale?

Tedesco: La nostra priorità è di non creare il solito FPS survival di massacro. New Dawn è un progetto basato sulla sopravvivenza. I pirati saranno forniti di un’intelligenza artificiale avanzata, attaccheranno i villaggi e le strutture con la possibilità di saccheggiare.

Alcune caratteristiche come il Savey system: consiste nel catturare un pirata e imprigionarlo, la tua priorità sarà di curare le sue esigenze e convincerlo a obbedire ai tuoi comandi. Uno schiavo richiederà attenzione: è necessario equipaggiarlo di armi, di munizioni, abbigliamento e viveri per difendere il territorio. Invece il sistema Tree Climb sarà utile per avvistare i nemici da lontano per nascondersi e per proteggersi dalle numerose minacce.

 

New Dawn

 

MMO.it: L’aspetto positivo del game development oggi è che esistono dei toolset che permettono anche a studi indipendenti di creare mondi ricchi e visivamente attraenti. Ad esempio New Dawn usa l’Unreal Engine 4 e presenterà un open world di 49 chilometri quadrati. Come vi trovate a lavorare con questo motore?

Tedesco: Il motore Unreal Engine permette di avere uno sviluppo abbastanza dinamico, soprattutto graficamente. Ci sono molte difficoltà, dato che il motore è in continua evoluzione. La maggior parte del tempo combattiamo contro i bug e cercando di creare una programmazione che sia leggera e innovativa. Stiamo usando diversi plugin che ci permettono di ampliare notevolmente la potenza del motore.

MMO.it: Il mondo di gioco sarà lo stesso per ogni server? E quanti giocatori pensate che potranno connettersi contemporaneamente nello stesso server?

Tedesco: Si, il mondo sarà unico. Il server ospiterà 40-50 giocatori.

MMO.it: New Dawn presenterà il permadeath? E il PvP sarà free for all, quindi con full loot sui nemici uccisi?

Tedesco: Si, il giocatore perderà tutto il suo equipaggiamento.

MMO.it: Il loot come sarà gestito? Il tipo di oggetti che troveremo esplorando il mondo e uccidendo mob sarà casuale?

Tedesco: Ci saranno villaggi dei pirati da saccheggiare, relitti che compariranno in modo casuale, accampamenti creati dai pirati ricchi di ricette e armi.

MMO.it: Sappiamo che sarà possibile craftare una zattera. Si potranno anche costruire e pilotare imbarcazioni più grandi?

Tedesco: Costruire e pilotare imbarcazioni più grandi sarà una caratteristica che aggiungeremo in futuro.

MMO.it: New Dawn avrà un sistema di meteo dinamico? Come cambierà il gameplay tra il giorno e la notte?

Tedesco: Il sistema meteo sarà dinamico. Durante la notte bisognerà resistere alle condizioni climatiche e dalle continue minacce di pirati e animali.

 

 

MMO.it: Il 16 gennaio inizierà la campagna di finanziamento su Kickstarter per New Dawn. Ci saranno degli stretch goal, e se sì puoi dircene qualcuno?

Tedesco: Eccone alcuni:

• aggiungere la possibilità di domesticare cani da razze per difendere e attaccare. Si dimostrerà un ottimo compagno di viaggio e di giochi. Ogni cane avrà caratteristiche differenti come agilità, forza e velocità.

• aggiungere eventi casuali, Boss Pirati. Questi Boss Pirati portano con sè una chiave che aprirà nelle chest rare piene di armi e ricette. Ucciderli non sarà facile, sono esperti nei combattimenti e saranno circondati dalla propria ciurma. Durante lo sviluppo aggiungeremo nuovi Boss.

MMO.it: Se la campagna su Kickstarter avrà successo, userete i fondi per migliorare quali aspetti del gioco? Inoltre lo sviluppo continuerà anche in caso di fallimento della campagna?

Tedesco: Il finanziamento ci permetterà di assumere più persone e accelerare i tempi di sviluppo, per garantire la stabilità e la funzionalità. In caso di fallimento lo sviluppo continuerà in modo lento rimandando lo sviluppo di alcune caratteristiche.

MMO.it: In conclusione, avete intenzione di portare il gioco in accesso anticipato su Steam? E se sì, la cosa potrebbe avvenire già entro la fine del 2017 o sarà più probabilmente nei prossimi anni?

Tedesco: New Dawn sarà in Early Access su Steam per la fine di dicembre 2017.

MMO.it: Grazie per il tempo gentilmente concessoci. Vi auguriamo il meglio per New Dawn e l’imminente campagna di crowdfunding. In bocca al lupo!

Tedesco: Grazie mille per l’intervista. Abbiate pazienza e seguiteci sulla nostra pagina Facebook, Twitter e sul nostro sito!

Good spirits be with you.

 

 

 

Placeholder for advertising