plinious ex machina

PLINIOUS EX MACHINA: DAYBREAK GAMES O THEY BREAK GAMES?

PLINIOUS EX MACHINA: DAYBREAK GAMES O THEY BREAK GAMES?

È notizia di pochi giorni fa l’annuncio di Daybreak Game Company secondo cui i server di Landmark verranno spenti il 21 febbraio. Una notizia che non poteva non far discutere, se a questo aggiungiamo il fatto che la casa americana ha negato qualsiasi rimborso ed escluso la possibilità di rilasciare il codice sorgente per consentire alla community di aprire dei server privati. Un voltafaccia totale e clamoroso, per un gioco uscito dall’Early Access appena lo scorso giugno. Tuttavia, alzi la mano chi davvero è stupito dell’annuncio. La verità è che Landmark era un fallimento annunciato da almeno sei mesi, quando il “lancio ufficiale” del gioco corrispondeva in realtà a poco più di una versione alpha, con tante feature appena abbozzate come il combat system ed altre promesse che non hanno mai visto la luce. D’altronde i numeri parlano da soli: se durante la fase di…

PLINIOUS EX MACHINA – CHRONICLES OF DELYRIO

PLINIOUS EX MACHINA – CHRONICLES OF DELYRIO

Nell’industria dei videogiochi crowdfundati si fa in fretta a passare da santi a cornuti, da salvatori della patria a truffatori. Si è visto prima con Richard Garriott, che da guru dei giochi di ruolo qual era è diventato per molti una “reliquia del passato” dopo aver presentato il suo Shroud of the Avatar. Lo stesso Chris Roberts, idolo indiscusso negli anni Duemila per Wing Commander e Freelancer, con Star Citizen si è beccato tanti milioni quante polemiche: è risaputo che ogni due per tre salta fuori qualcuno per accusare il team di Cloud Imperium Games di voler “prendere i soldi e scappare alle Maldive” (che poi, se davvero volessero scappare con i soldi, che aspettano? È da almeno tre anni che il titolo ha raccolto una fortuna). Insomma, per i giocatori la paura dello “scam”, del progetto promettente che si fa finanziare lautamente per poi scomparire…

PLINIOUS EX MACHINA – E SE LA SALVEZZA ARRIVASSE DALL’ORIENTE?

PLINIOUS EX MACHINA – E SE LA SALVEZZA ARRIVASSE DALL’ORIENTE?

Io me lo ricordo Dark and Light. Ricordo che su un numero del 2006 di Giochi per il Mio Computer vi era un trafiletto dedicato proprio a lui, anche noto come Savage Horizon, affiancato da una ben più corposa anteprima di The Burning Crusade. Presentato nel 2004, Dark and Light era un promettente MMORPG sandbox, in un’epoca (quella dell’uscita del colosso di Blizzard) in cui il termine “sandbox” non era certo usato e abusato come lo è oggi. Al tempo era anche riuscito a destare un certo hype, proponendo feature quali PvP con controllo territoriale, sistema di caccia e crafting, housing, sistema politico e ciclo delle stagioni. Ma il grande vanto di Dark and Light, su cui puntava la campagna di marketing del gioco, era il suo enorme open world senza caricamenti di 39mila chilometri quadrati, probabilmente il più grande mai visto in un MMORPG…

PLINIOUS EX MACHINA: POKEMON GO E LA PAURA DEL NUOVO

PLINIOUS EX MACHINA: POKEMON GO E LA PAURA DEL NUOVO

Bentornati su una nuova puntata di Plinious Ex Machina. Oggi mi aggiungo anch’io alla già nutrita mischia di chi vuol dire la sua su Pokèmon GO. In questi giorni ho provato l’app di Niantic (puro interesse mediologico naturalmente). Inoltre ieri ho anche partecipato a un ritrovo/evento reale tenutosi a Torino. No, non sono finito sotto una macchina. A parte questo, in questi giorni ho letto tutta una serie di critiche e polemiche di carattere sociale rivolte al gioco che trovo populiste e pretestuose. Qui di seguito elencherò le principali dichiarazioni e cercherò brevemente di spiegare perchè secondo me non hanno senso. – “Ma in Pokèmon GO si combatte contro altri allenatori. Quindi in questo gioco c’è un elemento di violenza, di conflitto!” In realtà in Pokèmon GO la competitività è estremamente limitata dato che al momento non si può interagire con altri allenatori, se non indirettamente…

PLINIOUS EX MACHINA: ANCHE TURBINE ABBANDONA GLI MMO, È LA FINE DI UN’ERA?

PLINIOUS EX MACHINA: ANCHE TURBINE ABBANDONA GLI MMO, È LA FINE DI UN’ERA?

Qualcuno potrebbe dire che la notizia dei nuovi licenziamenti in casa Turbine, per quanto triste, non sia niente di così clamoroso o inaspettato. Alla fine simili ondate di licenziamenti c’erano già state nel 2014 e nel 2015, ed era da anni che Turbine non faceva più niente di davvero importante, tant’è anche il suo ultimo sfortunato titolo, Infinite Crisis, era più un MOBA che tentava di inseguire l’esplosione vissuta dal genere in questi anni che un MMO fatto e finito. Warner Bros assicura che Lord of the Rings Online e Dungeons & Dragons Online continueranno a operare. Tuttavia questa volta non si tratta di una semplice ondata di licenziamenti ma di una vera transizione della software house, che sta diventando “uno studio di sviluppo per giochi mobile e free to play”: primo risultato di questa nuova tendenza è il mobile game Batman: Arkham Underworld. Ecco allora che questo ridimensionamento…

PLINIOUS EX MACHINA – MMO, TECNOLOGIA O DESIGN?

PLINIOUS EX MACHINA – MMO, TECNOLOGIA O DESIGN?

Incredibile ma vero, ecco un nuovo editoriale del sottoscritto. Innanzitutto faccio una doverosa introduzione per scusarmi della mia scarsa presenza in queste settimane. Non è per disaffezione al progetto che ultimamente non ho più scritto di mio pugno, anzi. MMO.it mi entusiasma sempre di più. È solo che devo laurearmi e, vi assicuro, non è facile conciliare la laurea col coordinamento di un sito. È una spada di Damocle che devo reggere, ma non temete: che vada bene o meno, a fine mese consegno la tesi e da giugno posso tornare a dedicarmi agli amati MMO. A proposito di MMO, pochi giorni fa è uscita una notizia che mi ha fatto riflettere. In un’intervista al sito GamesIndustry.biz il lead director di The Elder Scrolls Online Matt Firor (uno che ha creato anche Dark Age of Camelot, non proprio l’ultimo arrivato) si è detto impressionato dei nuovi utenti…

MMO.IT E’ ONLINE DA DIECI GIORNI: E MMO?

MMO.IT E’ ONLINE DA DIECI GIORNI: E MMO?

Bentornati sulle nostre pagine. Sono già passati dieci giorni da quando abbiamo aperto ufficialmente MMO.it (come vola il tempo!) al grido di “Connessi, aggiornati, ‪massivi‬”: è dunque il momento di fare un primissimo bilancio. L’8 marzo lanciavamo a tutti gli effetti il sito nel grande oceano della rete, nervosi per la paura che qualcosa potesse non funzionare e speranzosi di ottenere dei buoni riscontri. Quella che ho vissuto da allora è stata la settimana più piena ed entusiasmante della mia vita: un turbinio di emozioni, lavoro di squadra, soddisfazioni personali e risate in compagnia. Certo, è faticoso, ma non scambierei questo progetto con nulla al mondo. MMO.it è qualcosa di speciale, e lo avete dimostrato anche voi utenti che ci seguite ogni giorno. Tutto è nato da una visione, che pian piano si è trasformata in realtà grazie al nostro lavoro e all’aiuto dei redattori. Ringrazio di cuore tutti…

PLINIOUS EX MACHINA – TRAGEDIA E CYBERPUNK

PLINIOUS EX MACHINA – TRAGEDIA E CYBERPUNK

Benvenuti nella prima puntata di Plinious Ex Machina, l’editoriale di MMO.it in cui dico la mia senza prendermi troppo sul serio su tutto ciò che concerne la sfera MMO, e non solo. Qui potrete infatti leggere dissertazioni, riflessioni e viaggi mentali del sottoscritto sui videogiochi con tutti gli annessi e connessi del caso. O forse la verità è che in questo spazio esprimo idee e parole in libertà. A voi la scelta. Perchè questo nome astruso? Secondo la tradizione il “Deus ex machina” (letteralmente “divinità che scende dalla macchina”) è una tecnica teatrale usata nella tragedia greca che prevedeva l’entrata in scena dall’alto tramite una carrucola di un personaggio importante (come una divinità, appunto) al fine di risolvere un intreccio narrativo bloccato. Per estensione questo termine è passato a indicare tutte le volte che la trama di un’opera (teatrale, letteraria o cinematografica) viene inaspettatamente risolta…

This site uses XenWord.