nosgoth

GLI MMO CHE ABBIAMO PERSO NEL 2016 – SPECIALE

GLI MMO CHE ABBIAMO PERSO NEL 2016 – SPECIALE

Così come il 2016 è stato un anno nero per la musica, con la morte di David Bowie, Prince e George Michael, l’anno appena trascorso ha anche visto la chiusura di diversi esponenti del nostro genere preferito. Già nel 2015 avevamo visto la chiusura di vari MMO, tra cui Dragon’s Prophet, Infinite Crisis, Hellgate, Need for Speed World, Face of Mankind e ArchLord 2, ma il 2016 è stato decisamente più “luttuoso”. Ecco i titoli MMO e multiplayer che hanno chiuso o sono stati cancellati nel corso del 2016, con riferimento alla notizia se ne abbiamo parlato: EverQuest Next: a marzo il titolo è stato cancellato da Daybreak Games Greed Monger: a marzo lo sviluppo è stato sospeso da James Proctor Revival: a marzo lo sviluppo è stato interrotto da Illfonic, ma a ottobre la licenza è stata ripresa in mano dagli Skyward* Corp, attuali proprietari…

NOSGOTH CHIUDERÀ PRESTO I BATTENTI

NOSGOTH CHIUDERÀ PRESTO I BATTENTI

La software house Psyonix, insieme a Square Enix, ha deciso di porre fine ai sogni del gioco multiplayer Nosgoth. L’action free to play ad arene, ambientato nello stesso universo della celebre saga di Legacy of Kain, non sembra aver raggiunto i traguardi prefissati dalle due società. Con una lettera aperta alla community, il team ha infatti dichiarato che il gioco semplicemente non aveva raggiunto il numero di utenti necessario per continuare a sostenerne lo sviluppo. Il crollo di accessi registrato negli ultimi mesi (si è passati da una media di 15.000 utenti al giorno a soltanto 1.000), è stato un dato più che sufficiente per portare a questa sofferta decisione. Ora, Nosgoth si appresta a chiudere ufficialmente i propri server a un anno dal suo approdo su Steam in versione Early Access. La data prevista da Psyonix per arrestare definitivamente i giochi è quella del 31 maggio…

This site uses XenWord.