IL PRESIDENTE DI DAYBREAK SI È DIMESSO, H1Z1: JUST SURVIVE NON È MORTO

IL PRESIDENTE DI DAYBREAK SI È DIMESSO, H1Z1: JUST SURVIVE NON È MORTO

La scorsa settimana si era diffusa la voce di corridoio che Russell Shanks, presidente di Daybreak Games dopo le dimissioni di John Smedley l’anno scorso, avesse abbandonato la sua carica e fosse stato rimpiazzato da Ji Ham, co-presidente di Daybreak fin da luglio 2015.

Il rumor si è rivelato esatto: Shanks ha effettivamente lasciato la compagnia, come conferma il comunicato rilasciato ieri da Daybreak.

Daybreak Games conferma che Russ Shanks ha recentemente rinunciato alla sua posizione in Daybreak per seguire altri interessi. Ji Ham continuerà come presidente ad interim della compagnia.

Al momento non è chiaro se Ji Ham coprirà questa carica in modo permanente o verrà sostituito in futuro.

Questa mossa non dovrebbe comunque compromettere i titoli di Daybreak, almeno a breve termine. A questo proposito Landon Montgomery, produttore di H1Z1: Just Survive, ha pubblicato una lettera per tranquillizzare la community e assicurare che il gioco non è morto, anzi sta andando avanti con la produzione. La preoccupazione degli utenti era dovuta al fatto che negli ultimi mesi la software house si è concentrata molto di più su H1Z1: King of the Kill, la versione PvP ad arena del gioco, mentre il survival, sbarcato in Early Access su Steam da quasi due anni, non aveva più fatto registrare novità.

Nel post il designer ammette che la patch più recente, uscita oltre due mesi fa, non ha certo rappresentato “il miglior aggiornamento realizzato nella storia”. Da quel momento però gli sviluppatori hanno aggiornato il test server regolarmente e hanno interagito con i giocatori per ottenere feedback utili.

Questa patch live risolve una lunga lista di problemi quindi ne evidenzierò soltanto alcuni dei più importanti: la lag era un problema grosso con l’ultimo update. L’abbiamo ridotta. Gli exploit con le basi e i veicoli erano problemi enormi. Li abbiamo risolti. Il bilanciamento del loot prima era un po’ inconsistente. Abbiamo corretto anche quello. Quella che forse è stata la cosa più importante da correggere è semplicemente come interagiamo con voi, la community di Just Survive. Questo inizia riguadagnando la vostra fiducia. Sono stati due mesi lunghi, ma spero che gli sforzi del team con questo update confermino la nostra devozione verso questo gioco e verso tutti voi.

Insomma, H1Z1: Just Survive non è morto, semmai morto vivente. Okay… questa era pessima.

 

h1z1

Fonte: Massively OPSito ufficiale

 

 


Commenta nel Forum

Placeholder for advertising

0 pensieri su “IL PRESIDENTE DI DAYBREAK SI È DIMESSO, H1Z1: JUST SURVIVE NON È MORTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses XenWord.