ARK SURVIVAL EVOLVED: MAPPE PROCEDURALI IN ARRIVO

ARK SURVIVAL EVOLVED: MAPPE PROCEDURALI IN ARRIVO

Per quanto di dubbio gusto fosse stata l’idea di rilasciare un’espansione per un gioco ancora in beta, e farla pagare a prezzo pieno, di certo non si può dire che gli sviluppatori di ARK: Survival Evolved non tengano alla loro creatura, come dimostra l’imponente numero di patch rilasciate per il prodotto. Spesso vere e proprie patch contenutistiche più che di bug fix, il gioco è andato espandendosi fino a diventare un titolo di tutto rispetto, pur restando formalmente in accesso anticipato su Steam.

Il grande update che sta per uscire, la patch 248, aggiungerà tre nuove creature, piattaforme per costruire sugli alberi ma soprattutto una novità assoluta: la generazione procedurale delle mappe. Rispetto a Minecraft e giochi simili, ARK gode di un Unreal Engine 4 davvero bello visivamente: è quindi evidente l’importanza e la difficoltà di una tecnologia che permetta una generazione decente di flora e fauna su un engine così complesso che normalmente si muove a mappe precostituite attraverso un editor.

“Introducendo le mappe proceduralmente generate i sopravvissuti avranno infinite scelte di generare mappe casuali secondo i propri gusti” dichiarano gli sviluppatori. Sarà possibile quindi scegliere una varietà di opzioni durante la creazione della mappa, come altezza delle montagne e profondità delle valli, numero di laghi, fiumi, altezza dell’acqua, tipi di biomi e così via.

Se l’ambizione diverrà realtà, ARK consacrerà la propria posizione all’interno del genere dei survival/sandbox, già di tutto rispetto. Nel frattempo l’espansione Scorched Earth è scontata del 25% su Steam per tutto il weekend.

Di seguito il trailer che introduce la patch 248. Occhio agli attacchi degli alligatori volanti!

 

 

Fonte: Massively OP

 

 


Commenta nel Forum

Placeholder for advertising

0 pensieri su “ARK SURVIVAL EVOLVED: MAPPE PROCEDURALI IN ARRIVO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses XenWord.