NOSGOTH CHIUDERÀ PRESTO I BATTENTI

NOSGOTH CHIUDERÀ PRESTO I BATTENTI

La software house Psyonix, insieme a Square Enix, ha deciso di porre fine ai sogni del gioco multiplayer Nosgoth. L’action free to play ad arene, ambientato nello stesso universo della celebre saga di Legacy of Kain, non sembra aver raggiunto i traguardi prefissati dalle due società. Con una lettera aperta alla community, il team ha infatti dichiarato che il gioco semplicemente non aveva raggiunto il numero di utenti necessario per continuare a sostenerne lo sviluppo. Il crollo di accessi registrato negli ultimi mesi (si è passati da una media di 15.000 utenti al giorno a soltanto 1.000), è stato un dato più che sufficiente per portare a questa sofferta decisione.

Ora, Nosgoth si appresta a chiudere ufficialmente i propri server a un anno dal suo approdo su Steam in versione Early Access. La data prevista da Psyonix per arrestare definitivamente i giochi è quella del 31 maggio ma già da ora non sarà più possibile acquistare alcun contenuto online, mentre i crediti ancora non spesi dai giocatori saranno totalmente risarciti da parte della società.

 

Fonte: Massively Overpowered

 

 


Commenta nel Forum

Placeholder for advertising

3 pensieri su “NOSGOTH CHIUDERÀ PRESTO I BATTENTI

  1. 22 Hekatos Avenue

    Che serva di lezione a chi ha pensato che un gioco solo online sarebbe stato un efficace sequel di una saga che ha i suoi maggiori punti di forza in un single player e una trama epocali. E' come seguire una ricetta, ma con ingredienti di qualità infima e senza quello fondamentale.

  2. Plinious

    Che serva di lezione a chi ha pensato che un gioco solo online sarebbe stato un efficace sequel di una saga che ha i suoi maggiori punti di forza in un single player e una trama epocali. E' come seguire una ricetta, ma con ingredienti di qualità infima e senza quello fondamentale.

    Sì, hanno sicuramente sbagliato a farne un MOBA, tra l'altro dalla poca personalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses XenWord.